Blitz quotidiano
powered by aruba

Renato Soru condannato a 3 anni per evasione fiscale

ROMA – Renato Soru condannato a 3 anni per evasione fiscale. E’ stato condannato a tre anni di reclusione per evasione fiscale il patron di Tiscali, europarlamentare e segretario regionale del Pd Renato Soru. Che si è dimesso dall’incarico al vertice del partito nella regione. La sentenza è stata emessa dal giudice del tribunale di Cagliari Sandra Lepore.

Il pm Andrea Massidda aveva sollecitato una condanna a quattro anni dell’europarlamentare, e segretario regionale del Pd, accusato di una evasione di 2,6 milioni di euro nell’ambito di un prestito fatto dalla società Andalas Ldt (sempre di Soru) a Tiscali.

L’inchiesta. L’accertamento della Finanza, aveva ricordato nella requisitoria il pm, era iniziato dopo un servizio della trasmissione di Michele Santoro, andato in onda nel 2009, incentrato su una serie di operazione finanziarie condotte da operatori italiani all’estero.

“Con sede in Inghilterra – ha ricostruito il magistrato – Andalas Ldt aveva un capitale sociale di due sterline, non era operativa e non ha mai pagato imposte né nel Regno Unito né in Italia. È servita solo per prestare circa 27 milioni di euro a Tiscali. Ovvero Renato Soru che presta i soldi a se stesso”.

Il titolare dell’inchiesta aperta formalmente nel 2010 ha precisato che la società inglese operava con un conto italiano per incassare la restituzione e gli interessi sul prestito fatto a Tiscali nel 2004. “Risibile la tesi che Renato Soru non sapesse nulla perché stava facendo il presidente della Regione – ha tagliato corto Massidda – visto che qui trattiamo di svariati bonifici fatti a suo favore da un suo dipendente autorizzato ad operare sul conto italiano di Andalas ogni volta per 200-300-400 mila euro”.

Soru: “Sentenza ingiusta”. Prima dell’annuncio delle dimissioni da segretario del Pd Soru ha parlato alla stampa: “Non mi aspettavo questa sentenza, mi aspettavo di essere assolto, credo sia una sentenza ingiusta”.

Soru non potrà fare il manager per due anni. Il giudice ha concesso a Soru le attenuanti generiche, e applicando l’articolo 12 del decreto legislativo del 10 marzo 2000 n. 74, ha dichiarato per l’esponente politico “l’interdizione dagli uffici direttivi delle persone giuridiche e delle imprese, l’interdizione dalle funzioni di rappresentanza e assistenza in materia tributaria, nonché l’incapacità di contrattare con la pubblica amministrazione, tutto per la durata di due anni”. Il giudice ha anche disposto la confisca delle somme in sequestro.