Blitz quotidiano
powered by aruba

Renzi: “Tornano concorsi, assumeremo poliziotti, infermieri e medici”

BARI – Matteo Renzi annuncia un piano di assunzioni nello Stato. Anzi, per l’esattezza la vera notizia è il ritorno dei concorsi (o perlomeno la promessa del ritorno) in settori dove non si fanno concorsi da anni. Lo fa parlando all’assemblea dell’Anci a Bari: “Dire che si modifica il turn over significa tornare a fare i concorsi, una cosa che è mancata in questi anni: possiamo immaginare di avere tra infermieri, forze ordine e spero medici, 10 mila unità. C’è fame di lavoro”.

“Il turn over deve esser differenziato, ci sono palazzi romani in cui il turn over va bene al 25 per cento ma per le forze dell’ordine e per gli infermieri, professioni così impegnative, un segnale ci sarà”.

“Una delle sfide più importanti è il rapporto con la Pa e i nostri dirigenti, la fiducia è fondamentale. Deve essere un valore servire lo Stato, l’impiegato pubblico deve sentire l’onore del servizio. Va rottamata la filosofia Checco-Zaloniana e sfidare chi lavora con noi, dicendo che devono sentire l’orgoglio di servire il tricolore. Chiaro, poi bisogna anche sbloccargli i contratti ma va rovesciato l’approccio che c’è stato finora”.

Tra le misure annunciate da Renzi anche quella su Equitalia: “Come annunciato Equitalia sarà abolita e si indicherà la creazione di un modello diverso con interventi di riorganizzazione del rapporto cittadino-pubblico ufficiale. Ruffini mi ha confermato che dal 7 novembre partirà un sms se si ha un ritardo nei pagamenti”.