Blitz quotidiano
powered by aruba

Renzi: “Riduco i costi e loro votano No”. Grillo: “Se vinciamo andiamo al Colle”

ROMA – A una sola settimana dal referendum costituzionale arrivano le parole di Matteo Renzi e Beppe Grillo. Da Roma il leader del Movimento 5 Stelle assicura che, se vince il No, “Andremo dal presidente della Repubblica che deciderà se andare o no dalle elezioni. Noi vogliamo le elezioni”.

“Noi vogliamo che il popolo italiano decida da chi vuole essere governato” dice Beppe Grillo che ha guidato la marcia della felicità per le strade di Roma e ha insistito “sulla volontà di razionalizzare e far tornare il buon senso”. Grillo ha ribadito il suo No alla riforma della Costituzione: “Questi sono dei menomati morali, anzi dei travestiti morali” ha detto l’ex comico. Accanto a lui, alla testa del corteo, anche Luigi di Maio, Paola Taverna, Alfonso Bonafede, Manlio Di Stefano e Vito Crimi.

Sempre da Roma, quartiere Eur, parla Matteo Renzi: “«C’è bisogno di un governo solido. Il referendum è importante anche dal punto di vista politico ma non è sul governo. Non è il congresso del Pd. Qualcosa abbiamo sbagliato all’inizio dando un approccio troppo politicistico. Ma ora sappiamo che c’è una questione da risolvere, con il quesito. Chi dice Sì o No, dice Sì o No a questo quesito qui: non c’è altro”.

Il premier poi insiste Eul sì alla riforma e focalizza i suo discorso sulla necessità di un governo stabile, che un voto positivo al referendum potrebbe – a suo dire – portare: “Se vogliamo cambiare l’Europa un Governo solido e stabile è decisivo”.