Blitz quotidiano
powered by aruba

Roma, Bertolaso verso ritiro: Berlusconi in forse su Meloni

ROMA – Il via libera ufficiale era atteso per giovedì, quando è convocato l’ufficio di presidenza di Forza Italia. Ma in serata Berlusconi frena e convoca a Palazzo Grazioli Guido Bertolaso, rimettendo di fatto tutto in discussione, dopo che da più parti era stato dato per certo un passo indietro dell’ex Capo della protezione civile per la corsa al Campidoglio.

Berlusconi era apparso rassegnato a dover scaricare il suo candidato, dato per perdente, per saltare sul cavallo vincente di Gi Meloni. Si sarebbe tornati così al progetto originario di un’alleanza unitaria di centrodestra tra Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d’Italia. Ma Berlusconi indugia e fa marcia indietro, forse intrigato anche dai sondaggi di Porta a porta, che danno buone percentuali all’altro candidato di centrodestra, Alfio Marchini.

I contatti tra gli ambasciatori per arrivare ad un accordo sono andati avanti per tutto il giorno, frenetici. Il Cavaliere, a quanto raccontano, avrebbe chiamato anche Francesco Storace altro candidato in corsa per il Campidoglio. Nel corso del colloquio i due avrebbero discusso dei possibili scenari per le prossime elezioni comunali ed il leader della Destra, da sempre a favore di un disegno unitario del centrodestra, si sarebbe detto disponibile a convergere su una candidatura unitaria nel caso si palesassero le condizioni.

“Su Gi Meloni è cosa fatta”, aveva scritto il quotidiano la Stampa citando fonti vicine a Berlusconi: quest’ultimo avrebbe dato l’ok per il sostegno della presidente di Fdi per la corsa al Campidoglio e la rinnovata alleanza sarebbe dovuta essere sancita in tarda serata durante un incontro con Matteo Salvini. 

L’incontro invece è stato con Bertolaso. Al termine nessuna novità sulla sua candidatura per Roma. Alla riunione hanno preso parte anche diversi dirigenti del partito. Secondo quanto si apprende, all’ex numero uno della protezione civile non è stata fatta nessuna richiesta di ritirare la propria candidatura né Bertolaso avrebbe ventilato questa possibilità. Non è escluso un nuovo giro di contatti giovedì mattina prima della riunione dell’ufficio di presidenza di Fi convocato dal Cavaliere, alle 11, per ufficializzare la decisione su chi debba essere il candidato di Forza Italia alle prossime comunali. Una parte degli azzurri continua a pressare l’ex premier affinché converga su Gi Meloni.