Politica Italia

Roma, Lorenzin manda i carabinieri a caccia di topi. E Raggi resta a guardare

Roma, Lorenzin manda i carabinieri a caccia di topi. E Raggi resta a guardare

Roma, Lorenzin manda i carabinieri a caccia di topi. E Raggi resta a guardare

ROMA – Carabinieri a caccia di topi, blatte e gabbiani per le strade di Roma. Lo prevede una delega firmata dal Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, che ha deciso di prendere in mano la situazione dinanzi all’inerzia della Giunta M5s guidata da Virginia Raggi.

Già nei giorni scorsi la ministra aveva lanciato un appello alla sindaca, dopo l’increscioso episodio di un bimbo morso da un topo mentre giocava ai giardinetti. Ora la titolare della Salute è passata ai fatti, sguinzagliando il nucleo speciale dei Nas. Ai militari esperti di igiene Lorenzin ha dato espresso mandato di aumentare i controlli nelle zone più importanti della città.

In particolare, dovranno setacciare scuole, ospedali, residenze protette, ma anche le zone immediatamente circostanti le imprese di ristorazione. Insomma, tutti quei posti dove la presenza di animali infestanti mette a rischio la salute pubblica.

Del resto, la sindaca di Roma l’aveva invitata a nozze: “Mi rincresce notare – aveva scritto Virginia Raggi in risposta alla lettera di Lorenzin – che il ministro abbia usato questo episodio per dare vita alle solite polemiche. Sorvolo perché il battibecco della vecchia politica non serve a nessuno. Preferisco prendere in parola il responsabile del dicastero della Salute quando sostiene che da parte sua e del Ministero c’è disponibilità a collaborare. Ben venga. I romani non aspettano altro”.

 

To Top