Blitz quotidiano
powered by aruba

Sabrina Ferilli: “Disobbedisco al Pd: voto Virginia Raggi”

ROMA – “E alla fine mi son detta: ma non sarà il caso di provare a votare questa ragazzetta esile, dalla faccia pulita, che fa per nome Virginia Raggi? Per la prima volta disobbedisco: non mi va giù questo partito della Nazione” . Lo dice Sabrina Ferilli intervistata da ‘Il Fatto quotidiano’, in merito alle prossime Comunali a Roma, a cui è candidata come sindaco anche la 5 Stelle Virginia Raggi. “I romani – dice l’attrice – hanno votato il marino scienziato, e abbiamo visto”.

“E prima di lui Alemanno lo screanzato, e ‘nun ne parlamo’. Perché devo ritenere irresponsabile dare un voto all’unico movimento che cerca ancora la piazza come luogo di ritrovo, che chiede alla gente di interessarsi di politica, di prendere parte alle decisioni? Perché lo sberleffo a sta ragazza e ai suoi compagni e tanti salamelecchi ai fetentoni che hanno ridotto la mia Roma a una fogna?”.

E ancora: “E’ la prima volta che disobbedisco agli ordini discuderia. Mi domanderò: ma come, proprio adesso che al governo c’è il centrosinistra?. Non sono Gastone, resto Paperino. Non mi va giù questa forma di meticciato politico, questo partito della Nazione che raccoglie l’alto, il basso, il rosso, il nero, il buono e il cattivo”.

Immagine 1 di 11
  • Virginia Raggi sotto tutela staff M5S. Pd: "Un fantoccio"
Immagine 1 di 11