Blitz quotidiano
powered by aruba

Salvini contro Bertolaso sindaco: avanti Marchini e Pivetti

ROMA – Matteo Salvini ha bocciato la candidatura di Guido Bertolaso a sindaco di Roma e ora il congelamento è arrivato. Il leader della Lega Nord ha presentato i risultati delle primarie del centrodestra organizzate domenica e i risultati dei suoi gazebo parlano chiaro. In testa c’è Alfio Marchini, con 1400 voti a metà spoglio, seguito da Irene Pivetti e da Francesco Storace. Solo ultimo proprio Bertolaso, il candidato di Silvio Berlusconi, che ha accusato Salvini di aver inscenato una pagliacciata.

Il Secolo XIX scrive che i risultati sono simili per quattro candidati a metà spoglio e ora Salvini torna a chiedere primarie di coalizione:

“«A metà dello spoglio nessun candidato arriva alla maggioranza. Ad oggi nessuno vince e il centrodestra perde. Tutti devono fare uno sforzo per stare insieme», è l’appello del leader della Lega.Nessuno dei candidati «svetta». Ecco perché «chiedo a tutti di fermarsi e valutare se non sia il caso di coinvolgere i romani in primarie di tutto il centrodestra».

«Fermiamoci. Io sono pronto a un passo indietro. E vediamo se non è il caso di coinvolgere tutti i cittadini in una giornata di partecipazione», è l’invito di Salvini. Ma intanto i gazebo romani del leader della Lega hanno intanto fatto infuriare Silvio Berlusconi. «Matteo sta diventando inaffidabile», ha commentato con i suoi il leader di Forza Italia. «Sicurezza, pulizia e decoro, manutenzione stradale», sono invece i temi che, stando alla consultazione leghista nel weekend, stanno più a cuore ai romani, spiega Salvini sottolineando che sono 15mila i cittadini arrivati ai gazebo nel weekend.

«I romani vogliono dal centrodestra un confronto e una candidatura seria e unitaria. Se ci interessa vincere, andare avanti con quattro, cinque candidati è un’offesa all’intelligenza dei romani di centrodestra», aggiunge Salvini, che sul risultato di Guido Bertolaso (arrivato quarto dopo Marchini, Pivetti e Storace), osserva: «Onestamente pensavo che prendesse meno consensi. Prendo atto che c’è gente che ritiene che possa fare il sindaco»”.


PER SAPERNE DI PIU'