Blitz quotidiano
powered by aruba

Terremoto, Enza Blundo grida a complotto: “Bugie su magnitudo”. M5s la sconfessa

ROMA- Il web spesso invoglia alla polemica. Ma a volte porta ad esagerare. Deve essersene accorta nel giro di pochi minuti la senatrice M5s Enza Blundo, che si è trovata al centro di una feroce polemica politica per un suo post sul terremoto, dovendo poi cancellare e riscrivere il pensiero affidato a Facebook e – nonostante questo – subire la reprimenda del suo stesso movimento.

“Il Tg1 apre dichiarando una scossa di 7.1 e poi la declassa a 6.1, ancora menzogne per interessi economici di Governo!!!”, tuona di prima mattina la senatrice, adombrando un possibile complotto visto che – sono sue parole – “anche il terremoto che ha distrutto L’Aquila fu ‘addomesticato’ a 5.8…Il tutto per non risarcire i danneggiati al 100%”.

Il post, subito rilanciato su Twitter, diviene in poco tempo oggetto di critiche del web. Ma è il Pd, quando ancora si stavano verificando danni, che parte lancia in resta contro la grillina. Il senatore Andrea Marcucci apre il fuoco di fila: “Anche in situazioni tragiche come quella di queste ore, non perdono occasione di scrivere bestialità”.

Blundo capisce la mala parata e cambia il suo messaggio lasciando il declassamento della magnitudo, ma limitandosi a criticare solo la “finzione mediatica” aggiungendovi la solidarietà alle popolazioni colpite. Retromarcia che però non basta neppure ai vertici pentastellati che con i capigruppo di Camera e Senato, Giulia Grillo e Luigi Gaetti, sconfessano la loro collega: “Il post della senatrice Blundo non rappresenta in alcun modo il pensiero dei gruppi parlamentari M5S di Camera e Senato e dell’intero Movimento” che – come preciserà poi in pomeriggio lo stesso Grillo – davanti a certe tragedie sente “con forza il senso di responsabilità a cui tutti siamo chiamati”.

In attacco, però, resta il Pd: Bruno Astorre scrive che “in eventi tragici come questi mi auguro che tutti facciano silenzio e cooperino per ristabilire un clima di serenità. Enza Blundo mi senti?”. Francesca Puglisi continua: “per Enza Blundo anche sul terremoto c’è il ‘gomblotto'”. “Ignobile speculazione a 5stelle” , scrive ancora Salvatore Tomaselli.

Infine rincara la dose Valeria Cardinali: “Ma si può essere così sciacalli?! Fermate questa follia firmata M5s!!”. Il post della Blundo non è passato inosservato nemmeno ad uno dei ‘fustigatori’ del web, il direttore del Tg La7, Enrico Mentana, padre del neologismo “webeti”: “Puntuale è ricominciato il balletto sulla magnitudo ‘abbassata ad arte per non risarcire’. Non speculiamo sulla pelle della gente, per favore. Le fesserie possono attendere, se proprio non si riesce a farne a meno”.

Immagine 1 di 2
  • Terremoto, Enza Blundo grida a complotto2Enza Blundo
Immagine 1 di 2