Politica Italia

Tommaso Depalma, il sindaco di Giovinazzo si raddoppia lo stipendio: “Lo faccio per i poveri”

Tommaso Depalma, il sindaco di Giovinazzo si raddoppia lo stipendio: "Lo faccio per i poveri"

Tommaso Depalma, il sindaco di Giovinazzo si raddoppia lo stipendio: “Lo faccio per i poveri”

BARI – Il sindaco di Giovinazzo, Tommaso Depalma, al secondo mandato, dopo essersi ridotto lo stipendio per cinque anni, questa volta ha deciso di raddoppiarselo sostenendo che l’aumento servirebbe “per aiutare meglio i poveri”. La sua indennità così passa da (lordi) 1.400 a 2.800 euro. Tutto regolare visto che per i sindaci dei comuni fino a 15.000 abitanti è prevista una indennità massima di 3.1000 euro al mese.

“Ho scelto – ha spiegato Depalma – di prendere l’indennità piena perché mi sono reso conto che la macchina amministrativa è troppo lenta quando si tratta di aiutare i poveri. Da quando sono sindaco mi è capitato di acquistare medicine, pagare visite oculistiche per bambini, una volta ho comprato anche la carne a una signora che non ne mangiava da mesi”.  A criticarlo è soprattutto Sinistra Italiana: “Fino a cinque anni fa – dice Nicola Bavaro, segretario regionale di Si – dichiarava che non aveva bisogno della politica per vivere. Ora si raddoppia lo stipendio perché dice di voler aiutare i più bisognosi. Fa tutto lui e decide chi aiutare e chi no. Ma in questo modo tratta un’istituzione come se fosse il giardino di casa propria”.

 

To Top