Politica Italia

Torino, Chiara Appendino vara gli aumenti per Ztl e Tari. “Ma ci sono anche sgravi”

Torino, Chiara Appendino vara gli aumenti per Ztl e Tari. “Ma ci sono anche sgravi”

Torino, Chiara Appendino vara gli aumenti per Ztl e Tari. “Ma ci sono anche sgravi”

TORINO – Stangata in arrivo per i torinesi. La giunta comunale guidata da Chiara Appendino del Movimento 5 stelle ha infatti approvato una serie di rincari per tributi locali, tariffe, rette e canoni, dalla raccolta rifiuti al suolo pubblico, passando per i permessi della Ztl (zona a traffico limitato). E’ quanto prevedono le delibere contenenti le linee di indirizzo per il potenziamento delle attività di riscossione delle entrate.

I documenti, che verranno ora esaminati dal Consiglio comunale e che prevedono anche alcuni sgravi per determinate categorie, sono preliminari all’approvazione del bilancio preventivo che sarà esaminato dalla giunta in una delle prossime sedute.

Nel dettaglio, spiega La Stampa,

La Tari (la tassa rifiuti) crescerà tra lo 0,4 e lo 0,8% a seconda delle categorie. Gli unici a sorridere sono gli ambulanti dei mercati, che vedranno ridotta l’imposta, il cui costo sarà scaricato sulle altre utenze non domestiche, ovvero sulle attività commerciali, più 0,42%.

(…) In tema di viabilità, raddoppiano le tariffe dei permessi di ingresso nella Ztl: da 100 a 200 euro. Aumentano anche i permessi parcheggio per chi risiede in zona blu. Oggi costano 45 euro l’anno. D’ora in avanti saranno previste tre fasce Isee: da zero a 20 mila euro si pagherà 45 euro; 90 euro per la fascia intermedia (fino a 50 mila euro) e 180 euro per i redditi superiori.

Sugli aumenti va all’attacco l’opposizione in Sala Rossa. “Cara sindaca Appendino giù la maschera – scrive su Facebook il consigliere Pd Domenico Carretta – il suo sogno si sta trasformando in un incubo per tanti torinesi che hanno creduto davvero al riscatto degli ultimi”.

Netta la replica del Movimento 5 stelle. “La Giunta Comunale di questa mattina non ha approvato nessuna stangata”, scrive in una nota l’assessore al Bilancio della Città di Torino, Sergio Rolando, respingendo le critiche sulle linee di indirizzo approvate oggi in giunta in merito a tributi locali, tariffe, rette e canoni. “Sono state mantenute inalterate gran parte delle tariffe, con aumenti sulla Tari contenuti nell’ordine dello 0.9%, in linea con l’inflazione programmata – sostiene Rolando -. Ci sono anche alcune diminuzioni relative ad esempio alle tariffe cimiteriali e per gli operatori dei mercati. Un particolare rilievo hanno le tariffe relative alla Ztl e ai posteggi nelle strisce blu: questa amministrazione desidera utilizzare la leva tariffaria per incentivare nel centro cittadino l’uso dei mezzi pubblici e pertanto le tariffe sono state adeguate a quelle delle principali città italiane ed europee. Anche questa scelta è stata compiuta salvaguardando le fasce di reddito introducendo, ad esempio, per gli abbonamenti residenti, quattro fasce di Isee. Per ciò che riguarda le agevolazioni Tari correlate alle fasce Isee nella delibera si specifica che queste saranno correlate alle compatibilità del bilancio che sarà approvato in Giunta la prossima settimana”.

To Top