Politica Italia

Torino, piazza San Carlo: indagato Massimo Montagnese, il manager prestato ai 5 Stelle

Torino, piazza San Carlo: indagato Massimo Montagnese, il manager prestato ai 5 Stelle

Torino, piazza San Carlo: indagato Massimo Montagnese, il manager prestato ai 5 Stelle

ROMA – Torino, piazza San Carlo: indagato Massimo Montagnese, il manager prestato ai 5 Stelle. La sindaca Appendino aveva scaricato sulla Turismo Torino, società partecipata del Comune, fin da subito la responsabilità delle carenze organizzative che hanno poi condotto al disastro di piazza San Carlo (più di mille feriti, una donna è morta) nella triste serata della finale di Champions. Ora è giunto il primo avviso di garanzia della procura, recapitato a Massimo Montagnese, appunto il presidente di Turismo Torino. Sarà il primo ad essere interrogato, ma nella posizione scomoda di dover testimoniare assistito dal suo avvocato, spiega Ottavia Giustetti su Repubblica.

Dopo di lui, per il resto della settimana, saranno ascoltati altri funzionari, segno che le indagini, dopo un prima fase concentrata sulla raccolta delle testimonianze di chi era in piazza, e dei documenti dell’organizzazione, passa ora a tracciare una mappa di possibili responsabili. Non del motivo che ha scatenato il panico, che non è stato ancora chiarito, ma della carenza di misure di prevenzione che avrebbero potuto arginare gli effetti della paura. Turismo Torino è ufficialmente l’ente organizzatore. Il presidente ha raccontato di aver preso parte a una riunione preparatoria in Comune, e di aver invece delegato Danilo Bessone, responsabile del servizio di prevenzione e protezione, alla seconda. (Ottavia Giustetti, La Repubblica)

Chiaro il disappunto del manager – di Intesa San Paolo che guida a titolo gratuito la partecipata già dalla precedente amministrazione e riconfermato da Appendino – che non vuole finire da capro espiatorio. “Siamo intervenuti su richiesta della Città perché non sarebbero mai riusciti a fare tutto in così poco tempo”, si è sfogato più volte Montagnese con i suoi.

Il manager, che vanta la fiducia del consigliere delegato di Intesa Sanpaolo Carlo Messina, in caso di necessità ha messo a disposizione la sua rete di conoscenze per risolvere i problemi non di Appendino, ma di Torino. “Ora brucia un po’…”, ha raccontato a diversi. C’è chi nella squadra della sindaca ha commentato: “Ma di tutti quanti dovevamo proprio far arrabbiare Montagnese…”. (Diego Longhin, La Repubblica)

San raffaele
To Top