Politica Italia

Lettera Ue all’Italia sui conti pubblici: serve intervento da 3,4 miliardi

Ue, lettera sui conti pubblici è arrivata: chiesto aggiustamento dello 0,2% del Pil

Ue, lettera sui conti pubblici è arrivata: chiesto aggiustamento dello 0,2% del Pil (Foto Ansa)

BRUXELLES – La attesa lettera dell’Unione europea sui conti pubblici italiani è arrivata. La missiva con la richiesta di Bruxelles di chiarimenti e aggiustamenti è approdata al ministero dell’Economia, dove gli uffici competenti la stanno valutando.

Nella lettera la Commissione europea chiede al governo italiano alcune delucidazioni sull’andamento del debito pubblico nel 2017. Bruxelles vuole capire meglio il divario, dello 0,2% del Pil (pari a circa 3,4 miliardi) fra gli impegni presi per il 2017 e i dati contenuti nella bozza di bilancio approvata dal governo, basata sui dati al primo febbraio.

Il Governo italiano vorrebbe evitare l’obbligo di presentare misure entro il primo febbraio, come invece la Commissione aveva previsto, considerato che quel giorno saranno pubblicate le nuove previsioni sull’andamento dei conti dei Paesi dell’Eurozona. Bruxelles vuole la certezza che l’Italia assuma impegni al più presto, per poter poi pubblicare l’atteso rapporto sul debito senza il rischio che metta in luce uno scostamento troppo elevato dagli impegni di aggiustamento.

To Top