Politica Italia

Unioni Civili ora sono legge: Cdm approva decreti attuativi

Unioni Civili ora sono legge: Cdm approva decreti attuativi

Unioni Civili ora sono legge: Cdm approva decreti attuativi

ROMA – Le Unioni Civili ora sono legge. Il Consiglio dei ministri ha infatti approvato, in esame definitivo, i tre decreti legislativi che adeguano le norme dell’ordinamento dello stato civile. Ad annunciare la bella notizia via Facebook è stato il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, al termine del Consiglio dei Ministri.

A presiedere il Cdm è stato il premier Paolo Gentiloni che poco dopo le 9 di stamani ha lasciato il policlinico Gemelli dove era ricoverato da martedì sera per un’angioplastica. All’ordine del giorno anche l’esame preliminare dei provvedimenti sulla Buona scuola.

“Oggi si è concluso definitivamente il percorso di attuazione della legge sulle Unioni civili – ha spiegato Orlando su Fb – Il Consiglio dei ministri ha approvato i tre decreti legislativi che adeguano le norme dell’ordinamento dello stato civile in materia di iscrizioni, trascrizioni e annotazioni; le disposizioni di modifica e riordino delle norme di diritto internazionale privato in materia di unioni civili tra persone dello stesso sesso e quelle di coordinamento in materia penale”.

“Ciò – aggiunge Orlando – anche a tutela dei cittadini dei Paesi che non riconoscono e talvolta osteggiano questo diritto. Era un impegno che avevo assunto e che abbiamo portato a termine, dando così piena attuazione ad una legge che rappresenta una svolta di civiltà per l’Italia”, conclude.

SCUOLA – Primo via libera dal governo anche a otto delle nove deleghe della legge Buona Scuola. Secondo quanto riferiscono fonti del Miur, le deleghe riguardano: inclusione scolastica; cultura umanistica; diritto allo studio; formazione iniziale e accesso all’insegnamento nella scuola secondaria di primo e secondo grado; istruzione professionale; scuole italiane all’estero; sistema integrato di istruzione dalla nascita fino a sei anni; valutazione, certificazione delle competenze ed Esami di Stato. La ministra Valeria Fedeli ha definito le deleghe “una delle parti più innovative della Buona Scuola”. I provvedimenti vanno ora in Conferenza Unificata per l’apposito parere e alle competenti Commissioni parlamentari.

NOMINE GENERALI – Su proposta del ministro della Difesa, Roberta Pinotti, il Cdm ha prorogato l’incarico per il comandante Generale dei Carabinieri Tullio Del Sette, indagato a Napoli nell’indagine sugli appalti Consip, per il capo di Stato Maggiore della Difesa Claudio Graziano e il capo di Stato Maggiore dell’Esercito Danilo Errico.

To Top