Politica Italia

Vaccini. Contro l’obbligo l’ex grillino Gustavo Rosso s’incatena in piazza e fa lo sciopero della fame

Vaccini. Contro l'obbligo l'ex grillino Gustavo Rosso s'incatena in piazza e fa lo sciopero della fame

Vaccini. Contro l’obbligo l’ex grillino Gustavo Rosso s’incatena in piazza e fa lo sciopero della fame

ROMA – Vaccini. Contro l’obbligo l’ex grillino Gustavo Rosso s’incatena in piazza e fa lo sciopero della fame. Contro i vaccini obbligatori, contro l’industria farmaceutica, per la libertà di scelta: Giorgio Gustavo Rosso, consigliere comunale ex grillino, si è incatenato a Piazza del Popolo nella sua città, a Cesena. Ha anche annunciato uno sciopero della fame almeno fino al 3 giugno. La sua plateale protesta è motivata dalla necessità, secondo lui, dell’opposizione alle “nuove leggi razziali dell’industria farmaceutica”, paragonate nientemeno che alla persecuzione degli ebrei.

Per Rosso i medicinali sono pericolosi, mettono a rischio la vita dei bambini. Consigliere comunale (ora al gruppo misto) ed editore (Gruppo Macro) dice di condividere ancora gli ideali del Movimento 5 Stelle e definisce “inaccettabile” il decreto legge sull’obbligatorietà dei vaccini per bambini e neonati. “Questa medicina – accusa – è fatta per creare malati e vendere farmaci”. Per questo invita alla disobbedienza civile e non violenta contro il “potere”.

To Top