Blitz quotidiano
powered by aruba

VIDEO Maurizio Belpietro sbotta alla deputata Pd: “Zitta”

ROMA – Maurizio Belpietro perde le staffe in diretta tv e alla deputata Pd Alessia Marani grida: “Stia zitta, basta stupidaggini”. Il tema delle puntata di Di Martedì, condotto da Giovanni Floris, era dedicato al canone Rai in bolletta. La deputata Marani difende le scelte del governo, Belpietro invece critica fino a sbottare con uno sgarbato “Zitta”. Marani mantiene la calma, mentre Floris interviene per ripristinare toni più concilianti.

E intanto è disponibile sui siti dell’Agenzia delle Entrate, del Mef e della Rai, il modello con cui i titolari di un contratto di fornitura di energia elettrica per uso domestico residenziale possono certificare di non possedere un apparecchio televisivo. Lo comunicano l’Agenzia delle Entrate e la Rai in un comunicato congiunto sottolineando che tramite il nuovo modello i cittadini che risultano titolari di un’utenza di fornitura di energia elettrica per uso domestico residenziale possono certificare che in nessuna delle abitazioni per le quali il dichiarante è titolare di un’utenza elettrica è detenuto un apparecchio tv. Il modello di dichiarazione sostitutiva – informano le Entrate – va presentato direttamente dal contribuente o dall’erede tramite un’applicazione web, che sarà resa disponibile a partire dal prossimo 4 aprile sul sito internet delle Entrate, utilizzando le credenziali Fisconline o Entratel rilasciate dall’Agenzia, oppure tramite gli intermediari abilitati.

Nei casi in cui non sia possibile l’invio telematico, è prevista la presentazione del modello, insieme a un valido documento di riconoscimento, tramite servizio postale in plico raccomandato senza busta all’indirizzo: Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22 – 10121 Torino. Per il 2016, primo anno di applicazione del pagamento del canone in bolletta, la dichiarazione sostitutiva avrà effetto per l’intero canone dovuto per l’anno 2016 se viene presentata tramite raccomandata entro il 30 aprile 2016, oppure in via telematica entro il 10 maggio 2016. La dichiarazione presentata tramite raccomandata dal 1 maggio 2016 ed entro il 30 giugno 2016, oppure in via telematica dall’11 maggio 2016 al 30 giugno 2016, avrà effetto per il canone dovuto per il semestre luglio-dicembre dello stesso anno. La dichiarazione presentata dal 1 luglio al 31 gennaio 2017 avrà effetto per l’intero canone dovuto per l’anno 2017.