Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Vinciullo: 11mila euro? Mi servono per regali nozze

PALERMO – “Undicimila euro al mese? Mi servono per i regali di nozze”. Così Vincenzo Vinciullo, deputato Ncd in Sicilia, rincara la dose dopo la bufera abbattutasi su di lui per le parole incaute dette alla trasmissione Tagadà, su La7.

Due settimane fa Vinciullo, eletto in Sicilia nelle fila del Nuovo Centrodestra di Alfano era stato intervistato su La7: “Le posso assicurare che, con quello che prendiamo, abbiamo come tutti i comuni mortali difficoltà ad arrivare a fine mese, avendo anche una famiglia numerosa”.

Inevitabili le polemiche, visto che in media i deputati siciliani intascano ogni mese 11 mila euro lordi. La dichiarazione dell’onorevole ha scatenato l’ironia della giornalista Tiziana Panella, che ha lanciato una “colletta” per aiutare Vinciullo con gli 80 euro di Renzi. Un’idea subito rilanciata in rete con un hashtag al vetriolo: #unacollettapervinciullo

Così, quando l’inviato della trasmissione La Gabbia è andato a fargli visita, Vinciullo ha provato a giustificarsi. Ma pasticciando: “Come tutti i politici, abbiamo attività e spese di rappresentanza. Gli elettori ci vogliono bene e spesso veniamo invitati ai matrimoni. Quando succede, in media una volta al mese, ho il dovere di presentarmi con un regalo”.


PER SAPERNE DI PIU'