Politica Italia

Virginia Raggi, Grillo difende sindaca M5s e attacca Roberta Lombardi: “Colpa sua se…”

ROMA  – “Er sinnaco de Roma nun se tocca“. La bufera continua ad abbattersi sulla sindaca del Movimento 5 stelle Virginia Raggi, ma il blog di Beppe Grillo gli rinnova la sua fedeltà. Dopo l’indagine per le nomine legate a Raffaele Marra e la vicenda della polizza “a sua insaputa” stipulata a favore di Raggi da Salvatore Romeo, la sindaca M5s è finita nell’occhio del ciclone. La base M5s è divisa tra chi la vorrebbe fuori e chi invece crede ciecamente in lei. Se Grillo rinnova la sua fiducia a Virginia, c’è però chi come Roberta Lombardi continua a contrastarla. Proprio la Lombardi avrebbe denunciato l’esistenza della polizza di Romeo e per questo il leader Grillo sarebbe furioso con la parlamentare: “Ora basta, sta esagerando. E’ tutta colpa sua”.

Da quando è stata eletta lo scorso giugno per la sindaca Virginia Raggi la strada verso la guida della Capitale è stata in salita. Prima le difficoltà con la formazione della giunta, poi gli scontri interni con il mini direttorio e la Lombardi in primis, e ancora le indagini giudiziarie. La Muraro, Marra e ora la polizza di Romeo. Per Virginia la situazione si mette male, ma nonostante gli scandali il Movimento 5 stelle non la rinnega. Perdere il sindaco di Roma, per M5s, significherebbe dare un forte segnale di non essere pronti a governare l’Italia e questo, con l’aria di elezioni del dopo-Renzi, non possono permetterlo.

Accade allora che il leader del Movimento Grillo continui a sostenere Virginia Raggi, tra strigliate presunte e pacche pubbliche sulle spalle di approvazione. Per dimostrare la sua fiducia in Raggi ecco che sul suo blog arriva anche un sonetto in dialetto romanesco, con tanto di video, per ricordare che lei e solo lei è il sindaco di Roma e nessuno deve toccarla:

“Dar primo giorno dopo l’elezzione, l’hanno accerchiata dandoje er tormento, io ciò ‘n idea de tutta a situazzione, s’è messa contro quelli der cemento. Sò entrati prepotenti ner privato, vorebbero costrignela a la resa. Quarcuno ha fatto i conti e s’è sbajato”.

La Raggi dal canto suo continua ad apparire in televisione, oltre che davanti ai magistrati per essere interrogata, e spiega a Enrico Mentana di Bersaglio Mobile di aver pensato anche alla dimissioni, ma di essere pronta ad andare avanti. “Come sto? Ci mancano solo le cavallette…”, ironizza dalla televisione, mentre su Facebook rilancia la poesia romanesca dedicata dal blog di Grillo e si fa forza:

“Tra i tanti commenti di affetto di queste ore ho trovato questo che mi ha fatto sorridere. Vi ringrazio tutti e vi assicuro che tengo la barra dritta e vado avanti per Roma”.

E la Lombardi? Proprio la pasionaria del Movimento 5 stelle, una delle figure fondatrici del movimento, è l’accusatrice di Virginia e h rischiato di farla saltare, conscia che senza la Raggi le mire di governo dei 5 stelle fallirebbero. Alessandro Trocino sul Corriere della Sera scrive che Grillo è furioso e non si dà pace:

“Adesso basta, non ne posso più, sta veramente esagerando. Se non ci fosse stata lei tutto questo non sarebbe successo. Vorrei sapere come è arrivata questa cosa delle polizze ai giornali. E il dossier patacca contro De Vito?”.

Grillo sarebbe anche pronto ad espellerla, ma trovare una macchia per una esponente così importante non è facile. Un ultimatum presto potrebbe arrivare per intimargli il silenzio, bisognerà attendere per vedere se la Lombardi smetterà di parlare e soprattutto se la pace con la Raggi potrebbe arrivare in tempo per evitare altri guai.

To Top