Politica Mondo

Missili nord coreani, allarme Difesa francese: possono arrivare in Europa

Missili nord coreani, allarme Difesa francese: possono arrivare in Europa

Missili nord coreani, allarme Difesa francese: possono arrivare in Europa

ROMA -Missili nord coreani, allarme Difesa francese: possono arrivare in Europa. Lo ha detto il ministro della Difesa appunto, Florence Parly, rendendo pubblico quanto le segnalano i suoi militari. E cioè che i vettori messi in campo dai nord coreani, i missili che stanno testando e lanciando suggeriscono che ve ne siano in arsenale e in produzione di capaci di raggiungere l’Europa, i sui Stati, le sue città, territorio e popolazione.

L’allarme non smuoverà più di tanto le pubbliche opinioni europee, assuefatte e determinate a credere che nulla di veramente grave avverrà e rese certe da settanta anni di pace ininterrotta sul continente di aver sviluppato invulnerabilità alla guerra. Qui da noi non succede, non arriva. E’ quanto in fondo pensano tutti gli europei.

Probabilmente, forse le pubbliche opinioni europee hanno una qualche ragione nello scommettere che guerra non ci sarà, non scoppierà laggiù nella lontana penisola coreana. Gli Usa una guerra così grande e sanguinosa come quella che sarebbe la guerra con Kim Jong Un non se la possono permettere. Abbatterebbero il regime e il dittatore di sicuro ma garantito il tremendo prezzo di migliaia e decine di migliaia di morti in Corea del Sud e forse anche in Giappone e nessuno, nessun sistema d’arma può garantire che un colpo nucleare di Kim, l’ultimo colpo prima della disfatta, non sfugga all’intercettazione americana e alleata. E basta un colpo nucleare andato a segno è la guerra sarebbe per l’Occidente politicamente e socialmente perduta.

Quindi forse abbiamo ragione noi tutti a scommettere non ci sarà la guerra perché Usa non può, Putin non vuole, Cina nemmeno e neanche Corea del Sud e Giappone. Ma se guerra dovesse scoppiare laggiù, allora noi europei abbiamo torto, proprio torto a sentirci riparati perché sarebbe guerra lontana. Non lo sarebbe lontana, per nulla. Arriverebbe a bombardare le nostre economie e quindi la nostra politica e quindi il nostro welfare e le nostre sicurezze. Arriverebbe fin sulla soglia di casa di ciascuno sotto forma di sacrifici economici e terrore atomico e per alcuni anche di corpi militari di spedizione. Ora sappiamo che, se fosse guerra, potrebbe arrivarci in Europa anche sotto forma di un missile con testata atomica lanciata da quel laggiù che ci sembra più lontano di quello che è.

To Top