Politica Mondo

Barack Obama, la biografia: “Tradimenti, cocaina e quell’attrazione per…il prof g*y”

Genevieve Cook e Barack Obama al college

Genevieve Cook e Barack Obama al college

CHICAGO – I segreti sessuali di un giovane Barack Obama svelati in una nuova biografia “Rising Star: the making of Barack Obama”, scritta dal premio Pulitzer David Garrow.

Obama e Genevieve Cook, australiana, tre anni più grande di lui che all’epoca ne aveva 22. I due, scrive il Daily Mail, andarono a letto al primo appuntamento e lei scrisse una poesia sul loro “continuo s…..e”. La coppia faceva “s***o appassionato” e, come ha scritto la Cook sul suo diario, Obama non era “s**********e molto fantasioso ma era piacevole. Non era affatto timido ma davvero caldo, morbido, rilassato e amorevole”.

Insieme, Genevieve e Barack assumevano cocaina in compagnia degli amici di Obama, Hasan Chandoo, Imad Hussain e Sohale Siddiqi, conosciuti all’Occidental College di Los Angeles; nel libro è specificato che il terzetto assumeva parecchia coca in più rispetto a Obama, che ne faceva occasionalmente uso e che invece preferiva rimanere a casa e leggere.

San raffaele

Nel libro, Garrow rivela che la Cook e Obama avrebbero anche fumato erba, ma solo alle feste e una volta. Quando si lasciarono, nel 1985, lei iniziò una relazione con Sohale, di origini pachistane e a quanto pare Barak si sentì ferito. Nel libro emerge che Obama, mentre frequentava il college, prese in considerazione un rapporto g*y con il professore di scienze politiche Lawrence Goldyn. Obama ha proposto di sposarsi per due volte a Sheila Miyoshi Jager e tradito Michelle con la sua ex durante il primo anno di fidanzamento.

Per quanto riguarda Goldyn, apertamente omosessuale, Garrow scrive che nel 1980, Obama con il professore aveva “sviluppato un’amicizia che andava oltre le lezioni universitarie” e che il futuro presidente non aveva timore del giudizio degli altri. “The Advocate” una rivista g*y e lesbica, nel 2009 chiese a Obama chi avesse influenzato profondamente le sue idee rispetto a g*y e lesbiche e lui rispose che dopo sua madre era stato Lawrence Goldyn. “E’ un uomo meraviglioso” disse Obama, “il primo professore g*y con cui ero entrato in contatto e mi insegnato molte cose”. Goldyn si è riqualificato medico e ora è uno specialista nella cura dell’hiv a Mendocino, in California.

La prima fidanzata di Obama, citata nel libro, è Alex McNear descritta come “una bella bionda“, oggetto di parecchie cotte da parte degli studenti dell’Occidental College. Una conquista di cui Obama spesso si vantò nelle partite di poker con gli amici. Quando Obama ha scritto “Dreams From My Father”, ha riunito tutti i tratti delle varie fidanzate in un’unica figura e Sheila Miyoshi Jager è diventata parte di “una donna da cui ero attratto”.

To Top