Politica Mondo

Charlottesville, Trump dopo 48 ore attacca i suprematisti bianchi: “Sono ripugnanti”

Charlottesville, Trump dopo 48 ore attacca i suprematisti bianchi: "Sono ripugnanti"

Charlottesville, Trump dopo 48 ore attacca i suprematisti bianchi: “Sono ripugnanti”

WASHINGTON – A 48 ore dai fatti di Charlottesville arriva la condanna di Donald Trump ai gruppi di estrema destra. Al termine di un vertice alla Casa Bianca con il ministro della Giustizia, Jeff Sessions, il presidente Usa ha parlato alla stampa e ha definito “criminali e banditi” i neo-nazisti, i suprematisti bianchi e il Ku Ku Klan, aggiungendo che “il razzismo e’ il male”.

Trump, che ha incontrato il direttore dell’Fbi e il ministro della Giustizia alla Casa Bianca, ha detto che le indagini sull’attacco di Charlottesville che ha causato la morte della 32enne Heather Heyer, stanno andando avanti: “Sarà fatta giustizia”, ha aggiunto. “Come ho già detto sabato non c’è spazio in America per l’odio e l’intolleranza e come ho detto molte volte, non importa il colore della pelle, perché noi viviamo sotto la stessa legge, la stessa bandiera e siamo stati tutti creati dallo stesso dio onnipotente. Siamo uguali di fronte a dio, alla legge e alla Costituzione”.

“Il razzismo è il male – ha aggiunto Trump – e tutti coloro che causano violenza in suo nome sono criminali e banditi, incluso i neo-nazisti, il KKK, i suprematisti bianchi e altri gruppi di odio che ripugnano tutto ciò che abbiamo a cuore negli Stati Uniti”.

To Top