Blitz quotidiano
powered by aruba

Donald Trump: “Lascio le mie aziende. Ora lavoro per l’America”

WASHINGTON – Donald Trump lascerà il suo impero per dedicarsi a tempo pieno al nuovo ruolo di Presidente degli Stati Uniti. Lo ha annunciato lo stesso tycoon sul suo profilo Twitter manifestando l’intento di accantonare “totalmente” tutti i suoi affari e le sue aziende per “rendere l’America di nuovo grande”. Anche se, specifica: “Non sarei tenuto”.

Per fugare ogni dubbio o perplessità sull’enorme conflitto di interessi che incombeva sulla sua testa, il presidente eletto ha twittato prima dell’alba.

“Il 15 dicembre terrò una conferenza stampa a New York con i miei figli – scrive Trump in una serie di tweet – per parlare di come lascerò completamente le mie grandi aziende per dedicarmi totalmente al governo del Paese così da rendere l’America di nuovo grande! Anche se non sono tenuto a farlo per legge, ritengo che sia visivamente importante non avere conflitti di interesse con i miei diversi affari. Perciò stiamo preparando i documenti legali per escludermi completamente dalla gestione degli affari. La Presidenza è un compito molto più importante!”.

Come intenda separarsi “totalmente” dalle sue quasi 500 aziende e concentrarsi sulla guida del Paese non è stato reso noto. Nelle scorse settimane il presidente-imprenditore aveva però paventato l’ipotesi di trasferire il suo impero in un “blind trust” gestito dai suoi tre figli maggiori Don, Ivanka e Eric.