Politica Mondo

Donald Trump: “Messico paghi muro o non venga”. E il vertice salta

Donald Trump: "Messico paghi muro o non venga". E il vertice salta

Donald Trump: “Messico paghi muro o non venga”. E il vertice salta

WASHINGTON – Il vertice tra Stati Uniti e Messico previsto per martedì 31 gennaio non si farà. Donald Trump il 26 gennaio ha lanciato il suo ultimatum al Messico. “Paghi il muro o cancelli l’incontro“, ha dichiarato il presidente degli Stati Uniti. Un ultimatum che non sembra essere piaciuto al presidente messicano Enrique Pena Nieto, che ha annunciato che non parteciperà all’incontro a Washington e ha ribadito che non intende pagare, né costruire alcun muro al confine.

Il muro di cui Donald Trump ha ordinato la costruzione al confine col Messico costerà tra i 12 e i 15 miliardi di dollari. Paul Ryan, speaker della Camera, lo ha sottolineato il 26 gennaio prevedendo che  il Congresso approvi i fondi per entro la fine dell’anno fiscale, a settembre. E intanto Trump continua a chiedere al presidente Pena Nieto di contribuire:

“Se il Messico non è disposto a pagare per il muro di cui c’è disperato bisogno, allora sarebbe meglio cancellare l’incontro”.

Una richiesta che non è piaciuta al presidente messicano, che su Twitter ha annunciato che non andrà all’incontro a Washington:

“Questa mattina abbiamo informato la Casa Bianca che non parteciperemo alla riunione programmata il prossimo martedì con Potus (Il presidente degli Usa, ndr)”.

Pena Nieto ha comunque aggiunto in un altro cinguettio che

“il Messico conferma la sua volontà di lavorare con gli Stati Uniti per raggiungere accordi a beneficio delle due nazioni”.

L’incontro fra il presidente messicano e Trump era stato confermato poche ore prima dal suo ministro degli Esteri, Luis Videgaray, che si trova nella capitale americana per i primi contatti ufficiali con la nuova amministrazione. Pena Nieto aveva diffuso nella notte tra 125 e 26 gennaio un video messaggio ai suoi cittadini nel quale ha ribadito che “il Messico non crede nei muri” e che “non intende pagare” quello che Trump ha ordinato di costruire sulla frontiera fra i due paesi.

Il portavoce della Casa Bianca, Sean Spicer, ha poi dichiarato che cercheranno di organizzare un nuovo incontro:

“Cercheremo una data per fissare qualcosa in futuro. Manterremo aperte le linee di comunicazione”.

To Top