Blitz quotidiano
powered by aruba

Donald Trump: “Muro in Messico si farà, via 3 milioni di clandestini dagli Usa”

WASHINGTON – Il muro che separa gli Stati Uniti dal Messico si farà, ma prima ci sarà l’espulsione di almeno 3 milioni di clandestini. Donald Trump intervistato dai giornalisti della Cbs ha dichiarato che intende costruire il muro al confine col Messico, anche se ha precisato che potrebbe essere in parte anche una “recinzione”, come in accordo con quanto proposto dai membri repubblicani del Congresso.

Dopo la sua elezione a presidente degli Stati Uniti, e i dubbi sul suo programma, Donald Trump ha presentato il suo “contratto con gli elettori”, confermando il pugno duro tanto annunciato durante la campagna elettorale nei confronti di clandestini e immigrazione irregolare.

La prima cosa da fare, ha spiegato il neo presidente, sarà quella di procedere all’espulsione di un numero di clandestini tra i 2 e i 3 milioni che hanno precedenti penali:

“Quello che faremo è buttare fuori dal Paese o incarcerare le persone che sono criminali o hanno precedenti criminali, membri di gang, trafficanti di droga”.

Quanto agli altri irregolari, il neo presidente eletto ha sostenuto che una decisione verrà presa dopo aver reso sicura la frontiera.


PER SAPERNE DI PIU'