Blitz quotidiano
powered by aruba

Donald Trump presidente Usa, Clinton e Obama umiliati

Donald Trump è il nuovo presidente degli Stati Uniti d’America. Succede a Barack Obama, dopo avere sconfitto il candidato del partito democratico Hillary Clinton. Trump ha ottenuto la presidenza grazie al sistema elettorale americano, che è di secondo grado e è basato non proporzionalmente sul numero totale dei voti ottenuti dai cittadini ma sul numero dei grandi elettori scelti nei singoli Stati, un po’ come il metodo ormai abbandonato della elezione del Senato in Italia. Così Trump ha ottenuto 59.520.289 suffragi, pari al 47,5% dei voti validi, 219.589 meno dei 59.739.800 voti (47.7%) andati alla Clinton, ma ha avuto 279 voti elettorali contro i 228 della Clinton. Con questo sistema, frutto della dimensione continentale degli Usa quando si andava a cavallo o a piedi o al massimo in diligenza, è accaduto che qualche volta che qualcuno sospettasse che i voti si fossero persi per strada e negli Stati Uniti che insegnano moralità al mondo, nel tragitto dalla periferia alla capitale Washington, che è dall’altra parte del mondo rispetto alla California, i voti potessero essere comprati e venduti e il presidente eletto risultasse alla fine un altro rispetto al mandato dei grandi elettori. Tale sospetto è adombrato da Gore Vidal nel romanzo Burr, che ha come protagonista Aaron Burr, vice presidente nel 1800.

La vittoria del Partito Repubblicano, di cui Trump è il candidato, è forte, avendo conquistato la maggioranza dei seggi alla Camera e al Senato con questa ripartizione:

Camera: Repubblicani 239, Democratici 193.

Senato: Repubblicani 52, Democratici 43, altri 2.

Le Borse la prendono male: crolla Wall Street, scende Hong Kong, calano le Borse cinesi.

Con buona pace degli snob italiani, per gli interessi dell’ Italia è meglio che abbia vinto Trump. La coppia Obama (ma non si può parlare male di lui perché è nero, ma nel voto americano c’è anche un voto di sfiducia contro Obama) – Clinton è all’origine di uno dei più grandi disastri della storia recente, la guerra di Libia e la sollevazione del mondo arabo in medio oriente e Nord Africa con conseguente metastasi del terrorismo; è all’origine anche della frattura con la Russia, mentre gli interessi dell’ Italia e dell’ Europa sono vicini alla Russia, che dell’ Europa fa parte.

Di questo non hanno probabilmente tenuto conto gli elettori americani, ma di altri elementi come impoverimento della classe operaia americana, effetti della globalizzazione, antipatia della Clinton, sua poca credibilità dopo lo scandalo delle mail e anche un po’ la pessima gestione del caso Libia e del post Gheddafi, anche alla luce delle ultime rivelazioni di Assange. E anche dubbi sulla sue sue vere condizion di salute. Molto ha pesato il voto delle donne, quelle cui non importa del mito delle quote rosa, ma che da che mondo è mondo non si fidano delle donne.

Gli italiani non devono dimenticare che ancora più del 10 per cento di loro vota Berlusconi, che di Trump è un antemarcia.

Ecco come si sono ripartiti i voti elettorali fra i due candidati nei vari Stati che compongono gli Usa

Donald Trump, Partito Repubblicano: si è aggiudicato la maggioranza in questi Stati (fra parentesi i voti elettorali assegnati a ciascuno):

ALABAMA 9

ARIZONA 11
ARKANSAS 6

ALASKA 4
CALIFORNIA 55

FLORIDA 29
GEORGIA 16

IDAHO 4

INDIANA 11
IOWA 6
KANSAS 6
KENTUCKY  8
LOUISIANA 8

MICHIGAN 16

MISSISSIPPI 6
MISSOURI 10
MONTANA 3
NEBRASKA 5

NORTH CAROLINA 15

NORTH DAKOTA 3

OHIO 18

OKLAHOMA 7

PENNSYLVANIA 20

SOUTH CAROLINA 9

SOUTH DAKOTA 3

TENNESSEE 11

TEXAS 38

UTAH 6

WEST VIRGINIA 5

WISCONSIN 10

WYOMING 3

 

 Hillary Clinton, (Partito democratico): a lei sono andati questi  Stati.
CALIFORNIA 55
COLORADO 9
CONNECTICUT 7
DELAWARE 3
HAWAII 4
ILLINOIS 20
MAINE 4
MARYLAND 10
MASSACHUSETTS 11
MINNESOTA 10
NEVADA 6
NEW JERSEY  14
NEW MEXICO  5
NEW YORK 29
OREGON 7
RHODE ISLAND 4
VERMONT 3
VIRGINIA 13
WASHINGTON 12
Vermont (3), Delaware (3), Illinois (20), Maryland (10), Rhode Island (4), Washington Dc (3), Massachusetts (11), New Jersey (14), New York (29), Connecticut (7), New Mexico (5), Virginia (13), Colorado (9), California (55), Nevada, Maine.
La diretta Youtube di Sky.