Politica Mondo

Emily Ratajkowski difende Melania Trump dalla giornalista del New York Times

Emily Ratajkowski difende Melania Trump dalla giornalista del New York Times

WASHINGTON – Emily Ratajkowski difende pubblicamente Melania Trump e la first lady americana ringrazia su Twitter la modella. Tutto nasce da una giornalista del New York Times, che avrebbe definito Melania una “hooker”, cioè una “poco di buono”. L’allusione, nemmeno troppo velata, è al passato discinto della moglie del presidente americano Donald.

La Ratajkowski, nota soprattutto per i selfie a sua volta poco vestiti che negli ultimi mesi stanno mandando in tilt i social network, ha detto che nessuno può offendere così una donna, anche se la pensa politicamente in modo diverso. A stretto giro è arrivato il tweet di ringraziamento della Trump.

Intanto Melania Trump ha preso dei provvedimenti in merito a quanto pubblicato dal Daily Mail sul suo passato. Il noto giornale si era riferito alla moglie di Donald Trump sostenendo che “faceva la escort”. Questo quanto riportato dal titolo del tabloid inglese. Le scuse del blogger Webster Tarpley, che scrisse l’articolo falso, non sono state sufficienti e, nonostante lui abbia chiesto l’archiviazione del caso, i giudici hanno dato ragione a Melania Trump.

Melania Trump ha prontamente denunciato per diffamazione il Daily Mail, domandando un risarcimento da 150 milioni di dollari. Tuttavia, il giudice del Maryland, dove è stato aperto il caso, ha dichiarato che è il giudice di New York quello competente per territorio. La diffamazione infatti è piovuta su Melania Trump quando viveva a New York.

La first lady non si è mai espressa sui suoi scatti bollenti, ma ha dichiarato che le voci messe in giro dal Daily Mail avrebbero danneggiato “un’opportunità che capita una volta nella vita“, quella di sfruttare a livello di immagine il suo ruolo accanto al candidato Donald Trump, poi divenuto presidente. Sotto accusa sono Mail Media Inc. e il blogger Webster Tarpley, autore del post, la cui causa andrà invece avanti in Maryland.

To Top