Politica Mondo

Eric Garcetti rieletto sindaco Los Angeles con l’81% dei voti, ma bassa affluenza…

Eric Garcetti rieletto sindaco Los Angeles con l'81% dei voti, ma bassa affluenza...

Eric Garcetti rieletto sindaco Los Angeles con l’81% dei voti, ma bassa affluenza…

LOS ANGELES – Record per Eric Garcetti che con l’81% dei voti è stato rieletto sindaco di Los Angeles. Una percentuale superiore agli altri predecessori che non si vedeva da oltre un secolo. Ma la vittoria, una volta che il conteggio delle schede sarà concluso e definitivo, potrebbe rivelarsi amara e segnare un altro record: la più bassa affluenza alle urne per l’elezione di un sindaco di Los Angeles, secondo Dean Logan, addetto alla registrazione degli elettori della città.

Nonostante l’impressionante percentuale, sembra che Garcetti abbia vinto con meno voti, poco più di 202.000 nel primo bilancio, di almeno sei precedenti sindaci, spiega il Los Angeles Time. Logan si aspetta che i dati dell’affluenza alle urne, alla fine saranno di 1 o 2 punti percentuali al di sotto del minimo storico registrato nel 2009, quando il sindaco Antonio Villarairosa fu rieletto: presente solo il 17,9% degli elettori.

Ancora non sono state conteggiate decine di migliaia di schede per cui, per cui i risultati definitivi richiederanno tempo e arriveranno a fine mese. Tuttavia, è evidente fin da ora che l’affluenza è stata sconfortante, un riflesso della disaffezione degli elettori, una campagna elettorale poco brillante, forse alcuni votanti era ancora sfinito dalle elezioni presidenziali del 2016.

Al momento, Garcetti ha vinto con meno della metà dei circa 432.000 voti con cui Bowron primeggiò nel 1950 e c’è da considerare che attualmente la popolazione di Los Angeles è di circa 4 milioni, il doppio dall’epoca di Bowron. L’81% dei voti a Garcetti, in una campagna elettorale che lo vedeva in corsa con 10 concorrenti in gran parte sconosciuti, ha battuto facilmente il record del 68% di Bradley, quando nel 1985 si candidò alla rielezione.

Ha anche offerto a Garcetti un nuovo vantaggio rispetto a Villaraigosa che nel 2009 vinse con il 56% dei voti sempre con concorrenti abbastanza deboli. Villaraigosa ora è in pista per essere eletto governatore e il rifiuto di Garcetti di unirsi alla competizione, rappresenta un minaccia: entrambi, infatti, avrebbero dovuto correre con la stessa base di elettori del sud della California. Garcetti ha di gran lunga superato i 152.613 voti di Villaraigosa con cui vinse nel 2009 ma peer l’attuale sindaco sarà difficile raggiungere i 289.116 voti rastrellati da Villaraigosa nel 2005, quando vinse su Hahn.

To Top