Blitz quotidiano
powered by aruba

Eric Trump mette scheda col voto su Twitter FOTO Rischia arresto

NEW YORK – Eric Trump potrebbe aver violato la legge postando su Twitter la scheda del voto con l’indicazione della scelta sul nome del padre Donald Trump: un’azione illegale in base a una legge di fine Ottocento sulla segretezza del voto ancora in vigore a New York.

“E’ un incredibile onore votare per mio padre”, aveva twittato il rampollo Trump poco dopo aver votato illustrando il micromessaggio con la foto della scheda. La scorsa settimana un giudice federale a Manhattan ha stabilito che una legge del 1890 che vieta di mostrare la scheda elettorale riempita si applica anche alle condivisioni sui social media. Il giudice aveva stabilito che cambiare la legge in extremis alla vigilia del voto avrebbe creato caos e ritardi ai seggi. La legge prevede per i trasgressori fino a un anno di prigione e fino a mille dollari di multa. Ma nessuno è mai finito in carcere per questo tipo di infrazione.