Politica Mondo

Gentiloni da Trudeau: “Insieme su migranti e libero scambio”

 

Gentiloni da Trudeau: "Insieme su migranti e libero scambio"

Gentiloni da Trudeau: “Insieme su migranti e libero scambio” (Foto Ansa)

OTTAWA – Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni dal premier canadese Justin Trudeau dopo la visita alla Casa Bianca, da Donald Trump. E l’affinità è indubbiamente maggiore: “Insieme su migranti e libero scambio”, ha detto l’ex ministro degli Esteri. “Italia e Canada condividono la stessa linea su diversi temi e può essere utile anche perché quest’anno noi presiediamo il G7 e il Canada lo farà il prossimo anno. Viviamo tempi interessanti e la nostra comune visione ci aiuterà”, ha detto il premier Paolo Gentiloni nella conferenza stampa congiunta con Trudeau.

San raffaele

“Ci siamo intrattenuti sull’importanza di avere scambi commerciali aperti. E vorrei ringraziare Gentiloni per il costante sostegno offerto all’accordo commerciale con l’Unione europea”, ha replicato il premier canadese.

Poco prima Gentiloni aveva rilasciato anche una intervista al Washington Post in cui aveva affrontato alcuni punti relativi ai rapporti tra Roma e Washington. “Noi siamo a favore del libero scambio. Non siamo particolarmente preoccupati al momento riguardo alle decisioni in discussione negli Stati Uniti. Ma vedremo”, ha detto Gentiloni circa le possibili preoccupazioni sull’aspetto protezionistico dell’amministrazione Trump e l’eventualità di una ‘border tax’ sulle importazioni di cui si parla negli Stati Uniti.

Sui migranti “abbiamo bisogno di una strategia alternativa” ha risposto Gentiloni ad una domanda sul flusso di migranti in arrivo in Italia posta dal Washington Post. “Stiamo lavorando su politiche per il rientro di rifugiati”.

Gentiloni ha affrontato anche alcune questioni interne: “Se dicessi che non si tratta di una sfida impegnativa sbaglierei. Ma non sono preoccupato che questi movimenti possano davvero vincere nel mio Paese. Non vinceranno in nessun altro paese europeo. Questa è la mia opinione”, ha detto Gentiloni in risposta ad una domanda sulle eventuali preoccupazioni per un’avanzata del Movimento 5 Stelle e del populismo in Italia.

“Nelle ultime settimane e mesi abbiamo avuto rischi in Austria e Olanda. Poi la realtà mostrato che abbiamo una maggioranza pro-Europa, ha aggiunto Gentiloni. Ma questa maggioranza è sotto stress perché l’Europa sta mancando di efficacia su questioni principali, le politiche sulle migrazioni e la crescita economica. Se non rispondiamo su questi due piani, non dico che perderemo il governo, ma saranno più forti”.

 

 

To Top