Blitz quotidiano
powered by aruba

Ghiacci si sciolgono: sotto superficie un segreto militare

COPENAGHEN – Il riscaldamento climatico fa sciogliere i ghiacci e porta in superficie un segreto militare americano. Si tratta di Camp Century, città sotterranea con ospedale, cinema, chiesa, negozi e laboratori in grado di ospitare fino a 200 soldati. Ma soprattutto una piattaforma di lancio per missili a lungo e medio raggio che sarebbero anche stati in grado di raggiungere Mosca, spiega il quotidiano britannico The Guardian.

Quando venne costruito nel 1959 Camp Century si trovava a 35 metri di profondità sotto i ghiacci. Solo che negli anni gli stessi ghiacci si sono sciolti, e oggi resta uno strato di otto metri a coprire il segreto militare a stelle e strisce. E nel giro di qualche decennio potrebbero non restare più nemmeno quelli.

Ufficialmente la base serviva per condurre ricerche nel Mare Artico. Qui vennero estratti i primi campioni di carote di ghiaccio mai usati prima per lo studio del clima. Ma questo era solo il motivo ufficiale. Perché in realtà la base doveva essere usata come base di lancio di missili nucleari in grado di raggiungere l’Unione Sovietica in caso di necessità.

 

Per questo motivo l’esercito americano voleva ampliare Camp Century fino ad arrivare a quattromila chilometri di tunnel e camere sotterranee, dove avrebbero dovuti essere conservati 600 missili balistici

A causa del ghiaccio, però, gli ingegneri militari lasciarono la base nel 1967. Portarono via la camera di reazione del generatore nucleare, ma non il resto dell’infrastruttura, compresi i rifiuti biologici, chimici e radioattivi. All’epoca si pensava che sarebbe rimasto tutto sepolto, non sarebbe mai venuto alla luce. Ma il riscaldamento climatico e lo scioglimento dei ghiacci stanno per rivelare il segreto militare.

 

 

 

 

 


PER SAPERNE DI PIU'