Politica Mondo

Giulio Regeni, altra conferma 007 Usa: “Omicidio ordinato dall’alto. Impossibile Roma non sapesse”

Giulio Regeni, altra conferma 007 Usa: "Omicidio ordinato dall'alto. Impossibile Roma non sapesse"

Giulio Regeni, altra conferma 007 Usa: “Omicidio ordinato dall’alto. Impossibile Roma non sapesse”

ROMA – Giulio Regeni, altra conferma 007 Usa: “Omicidio ordinato dall’alto. Impossibile Roma non sapesse”. In attesa che il governo riferisca in Parlamento il 4 settembre sul caso Regeni e sugli ultimi sviluppi che hanno portato alla decisione di ripristinare la presenza dell’ambasciatore italiano al Cairo dopo oltre un anno di assenza, giungono altre conferme dall’intelligence Usa secondo cui l’ordine di uccidere il ricercatore italiano è venuto dall’alto, inteso come servizi segreti egiziani.

“Giulio Regeni è stato ucciso dai servizi di sicurezza egiziani, o da gruppi affiliati. Questo è un fatto di cui il governo americano è assolutamente sicuro, e ne possiede le prove. Vista la stretta collaborazione tra i nostri apparati di intelligence e i vostri, sarei molto sorpreso se non avessimo informato i colleghi italiani di quanto sapevamo”.

La fonte che fa questa rivelazione a La Stampa ha lavorato per l’amministrazione Usa, e parla per conoscenza diretta dei fatti. Ha letto la ricostruzione dell’omicidio del ricercatore italiano fatta di recente dal New York Times, e l’articolo che il nostro giornale aveva pubblicato nell’aprile del 2016, riguardo il contrasto avvenuto su questo caso tra il segretario di Stato Kerry e il ministro degli Esteri egiziano Shoukry. Quindi ha deciso di spiegare quanto conosce, nell’interesse della verità e della giustizia: «Posso confermare quegli eventi, e chiarirli». (Paolo Mastrolilli, La Stampa)

Pochi giorni fa le rivelazioni del New York Times secondo cui, all’epoca, l’amministrazione Obama diede al governo Renzi “prove esplosive” sul coinvolgimento dei servizi egiziani nel barbaro omicidio, circostanza che Palazzo Chigi ha immediatamente smentito.

To Top