Blitz quotidiano
powered by aruba

Guerra a Isis in Libia, Italia vuole comando. Ok dagli Usa

ROMA – L’Italia avrà un ruolo guida nelle operazioni in Libia contro l’Isis, e gli Usa daranno il loro appoggio. Lo dice Ash Carter, segretario americano alla Difesa: ”L’Italia, essendo così vicina, ha offerto di prendere la guida in Libia. E noi abbiamo già promesso che li appoggeremo con forza”., ha detto il segretario alla Difesa americano Carter nel corso di una conferenza stampa, secondo quanto riportato dall’agenzia Bloomberg. Carter sottolinea che la coalizione entrerà in campo quando un governo libico si sarà formato, ”speriamo al più presto”.

Lo spettro che l’amministrazione Obama vuole evitare è quello della cacciata di Gheddafi nel 2011, quando ad un intervento militare non corrispose una pianificazione del “dopo” e la Libia finì nel caos, preda di formazioni estremiste, prima tra tutti l’Isis. All’epoca l’Italia ebbe un ruolo minore, prova ulteriore che l’Occidente non si fidava dell’allora premier Berlusconi.

Ci sarebbero, intanto, progressi per la formazione di un governo nazionale. “In Libia sosteniamo la soluzione di un governo di accordo nazionale, la sosteniamo da tempo, ci sono credo delle buone notizie che riguardano il fatto che la maggioranza dei parlamentari di Tobruk ha sottoscritto un documento di appoggio al nuovo governo ma ancora non c’è un accordo formale, stiamo continuando a lavorarci”, ha detto il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, riferendosi alla situazione in Libia.

Immagine 1 di 6
  • FOTO della barriera fra Tunisia e Libia anti Isis 03
Immagine 1 di 6

TAG: , , ,