Politica Mondo

Kenya, Uhuru Kenyatta proclamato vincitore. Odinga non lo riconosce. Scoppiano le violenze

Kenya, Uhuru Kenyatta proclamato vincitore. Odinga non lo riconosce. Scoppiano le violenze

Kenya, Uhuru Kenyatta proclamato vincitore. Odinga non lo riconosce. Scoppiano le violenze

NAIROBI – Uhuru Kenyatta è stato proclamato vincitore delle elezioni che si sono tenute martedì in Kenya ed è pronto per un secondo mandato presidenziali: lo ha fatto sapere in serata la Commissione elettorale. E subito si sono sentiti spari e grida nelle strade in varie parti del Paese. Il leader dell’opposizione sconfitto, Raila Odinga, non riconosce l’esito delle urne, dichiarandolo nullo, compromesso da brogli.

Nello stesso momento hanno iniziato a festeggiare i sostenitori di Kenyatta, un po’ in tutto il Paese. Secondo la polizia, le violenze sarebbero esplose in almeno due regioni dove l’oppositore Odinga è maggioritario, come il sobborgo di Nairobi Kibera e la città meridionale di Kisumu. I suoi sostenitori, che pure escludono di ricorrere legalmente contro il verdetto delle urne, contestano quest’ultimo, che darebbe al presidente uscente Kenyatta oltre il 54% dei suffragi.

Odinga fece già ricorso dopo il voto del 2013, in cui era stato sconfitto, ma senza successo. “Ci sono spari dappertutto. Non sappiamo quando finiranno, ma stiamo pregando per la pace”, ha dichiarato Lucas, abitante di Kisumu. Il Kenya ha ben impressi nella memoria le sanguinose violenze che esplosero dopo le elezioni del 2007, che fecero oltre mille morti.

To Top