Politica Mondo

La Corea del Nord lancia il primo missile intercontinentale. Usa: “Avrebbe potuto raggiungere l’Alaska”

La Corea del Nord lancia un altro missile nel mar del Giappone. Usa: "Avrebbe potuto raggiungere l'Alaska"

La Corea del Nord lancia un altro missile nel mar del Giappone. Usa: “Avrebbe potuto raggiungere l’Alaska”

PECHINO – La Corea del Nord ha lanciato il suo primo missile intercontinentale nel giorno, 4 luglio, in cui gli Usa festeggiano l’indipendenza. Si tratta di un Hwasong-14, il missile più potente finora mai testato dalla Corea del Nord, che avrebbe volato a un’altezza di 2800 chilometri e per 39 minuti.

Il missile, con l’inclinazione giusta avrebbe potuto raggiungere l’Alaska. Dopo un volo di 39 minuti, il missile è caduto nel mar del Giappone. L’allarme è scattato ovviamente altissimo in Giappone, dove negli ultimi tempi la popolazione è stata invitata a testare piani di emergenza e fuga. “Il rispettato Supremo Leader Kim Jong Un ha firmato l’ordine di testare il missile balistico intercontinentale Hwasong-14” annuncia la tv della Corea del Nord.

A complicare le cose la notizia che stavolta il razzo sarebbe partito proprio da una provincia vicino al confine della Cina. La provocazione, infatti, arriva poche ore dopo la telefonata tra Donald Trump e Xi Jinping e tra le tensioni tra Cina e Stati Uniti per lo sconfinamento americano nel mare delle isole contese e la vendita a Taiwan di oltre un miliardo e mezzo di armi.

Donald Trump, su Twitter, ironizza: “La Corea del Nord ha appena lanciato un altro missile. Ma questo tizio non ha di meglio da fare nella vita?”. Poi il presidente americano si è augurato che ora la Cina, tra i principali alleati di Pyongyang, “prema con decisione sulla Corea del Nord e faccia finire questo nonsenso una volta per tutte”.

To Top