Blitz quotidiano
powered by aruba

Larry Flynt contro Donald Trump: taglia da 1 milione per video scandalosi

NEW YORK – L’editore di film e riviste  Larry Flynt scende in campo contro Donald Trump e offre una taglia milionaria a chiunque gli consegni “nastri scandalosi” riguardanti il candidato repubblicano. L’editore della rivista Hustler si è detto indignato per i commenti del tycoon sulle donne nel video diffuso dal Washington Post, e ha offerto un premio di un milione di dollari a “chiunque gli porterà un video o una registrazione audio da utilizzare prima dell’8 novembre che mostri chiaramente Trump coinvolto in attività illegali o in azioni sessuali offensive”.

“Io ho sempre celebrato le donne, le donne di ogni dimensione e forma”, ha spiegato Flynt. “Trattare una donna come Trump ha fatto è incredibile e deludente, specialmente da parte di uno che vuole diventare il nostro presidente”.

Sempre oggi, mercoledì 19 ottobre, sei colleghi di Natalia Stoynoff, la giornalista di People Magazine che accusa Trump di averla molestata nel 2005, sono venuti allo scoperto confermando il racconto della donna. Racconto invece seccamente smentito dal candidato alla Casa Bianca e anche dalla moglie Melania. In particolare, scrive People, un’amica di Natasha conferma di essere stata testimone dell’incontro avvenuto subito dopo l’episodio con Melania Trump, cosa che la moglie del tycoon ha sempre negato.