Politica Mondo

Libia, vice di Al Sarraj: “Missione italiana viola la nostra sovranità”

Libia, vice di Al Sarraj: "Missione italiana viola la nostra sovranità"

Libia, vice di Al Sarraj: “Missione italiana viola la nostra sovranità” (foto Ansa)

TRIPOLI – Il vice presidente del Consiglio presidenziale libico, Fathi Al-Mejbari, prende le distanze dall’autorizzazione data da Fayez Al-Sarraj alla missione navale italiana in Libia. Secondo Al Mejbari rappresenta “un’infrazione esplicita dell’accordo politico” e delle sue clausole, in particolare quelle relative alla “sovranità della Libia”, e “non esprime la volontà del Consiglio presidenziale del governo di intesa”. Lo riferisce il sito della tv LibyaChannel.

Il vice presidente del Consiglio presidenziale libico chiede all’Italia “di cessare immediatamente la violazione della sovranità libica” e fa appello alla comunità internazionale e al Consiglio di Sicurezza dell’Onu perché prendano una posizione sulla missione navale italiana. Stando al sito della tv LibyaChannel “Al-Mejbari ha anche chiesto alla Lega Araba e all’Unione Africana di esprimersi al riguardo condannando “tale violazione, sostenendo e appoggiando la Libia”.

La missione italiana era già stata aspramente criticata dall’uomo forte del governo di Tobruk, il generale Kalifa Haftar, che ha ordinato alle sue forze di bombardare le navi italiane. Questo mentre nelle acque territoriali libiche si trova già il pattugliatore “Comandante Borsini”.

Il messaggio di Haftar è arrivato dopo che una dichiarazione del parlamento di Tobruk, che fa capo alla sua fazione, aveva espresso la sua opposizione all’operazione navale italiana, contestando al premier di Tripoli, Fayez Al-Sarraj, riconosciuto dalla comunità internazionale, di aver concluso l’accordo con l’Italia per le operazioni congiunte, in quanto la presenza di navi straniere rappresenterebbe una “violazione della sovranità nazionale” libica.

 

 

To Top