Blitz quotidiano
powered by aruba

Putin ha chiesto ad Assad di farsi da parte in Siria

Putin, tramite il col. gen.Sergun, ha fatto un tentativo a inizio anno. Cambio di regime con gli alawiti al potere ma Assad ha opposto un adirato no

ROMA – Putin ha chiesto ad Assad di farsi da parte in Siria. Poche settimane prima della sua morte, avvenuta il 3 gennaio, il colonnello generale Igor Sergun, direttore dei servizi segreti militari russi ‘Gru’, sarebbe stato inviato a Damasco con un importante messaggio di Vladimir Putin al dittatore siriano Bashar al Assad: quello di lasciare il potere. Il presidente siriano avrebbe però respinto seccamente la richiesta del suo alleato più potente. Lo sostiene il Financial Times citando due fonti nei servizi segreti occidentali.

La notizia del tentativo segreto di Sergun alimenta una tendenza a considerare più realistiche le operazioni di messa in sicurezza del quadrante strategico occupato da Isis, almeno secondo il punto di vista americano, sottolinea il Financial Times. Che seguono con interesse il cambio di direzione russo sullo scacchiere: in realtà, la proposta mira a inscenare un cambio di regime dove però al comando resterebbe la fazione alawita (quella di Assad) ma ragionevolmente più attenta e aperta alle istanze dei ribelli moderati.

In Europa e Usa è maturata la convinzione che l’intervento militare russo iniziato a settembre nel teatro di guerra siriano ha raggiunto il suo limite politico e operativo. “Putin ha potuto dare un’occhiata dentro il caos del regime siriano: e ha trovato molti più problemi di quanti sperava di risolverne”, ha dichiarato un dirigente dell’intelligence europea al Financial Times