Blitz quotidiano
powered by aruba

Russia e Trump, contatti in campagna elettorale: “Speriamo in rapporti migliori”

MOSCA – Durante la campagna elettorale per le elezioni presidenziali americane, “ci sono stati dei contatti” tra la Russia e i membri del team di Donald Trump: lo ha detto il vice ministro russo Serghiei Riabkov , secondo quanto riferisce Interfax. Rispondendo a un giornalista che gli chiedeva se questi contatti si intensificheranno dopo la vittoria di Trump, Riabkov ha risposto: “Si tratta di questioni di lavoro, e la successione delle azioni dipenderà dai temi che affronteremo. Naturalmente continuiamo questo lavoro anche dopo le elezioni”.

Il governo russo è pronto a “un dialogo costruttivo per la cooperazione” con il futuro presidente americano Trump ma non sente “nessuna euforia”: lo ha dichiarato ancora Riabkov. “Non vorrei – ha detto Riabkov – che il nostro pubblico avesse l’impressione che siamo pieni di rosee speranze. Bisogna dire che le posizioni dichiarate dai rappresentanti della campagna di Trump e dalle persone che lo circondano nei confronti della Russia sono state abbastanza dure e noi non abbiamo visto nessun motivo per rivedere in qualche modo la nostra valutazione che negli Usa durante la campagna elettorale si è formato difatti un consenso dei due partiti su base antirussa”. Riferendosi alle relazioni tra Usa e Russia con i vari presidenti americani, il vice ministro ha sottolineato che “ci sono stati dei periodi in cui si partiva bene, con buona comprensione, e poi la situazione si trasformava in crisi”.

Mosca spera in un miglioramento dei rapporti con gli Stati Uniti dopo che Trump è stato eletto presidente: lo ha detto il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov. “Noi – ha affermato il capo della diplomazia di Mosca – rispettiamo la scelta del popolo americano. Speriamo che le relazioni tra Russia e Usa, che attualmente non sono al meglio, saranno aggiustate e diventeranno normali, cosa che va incontro agli interssi dei nostri popoli e dell’intera comunità internazionale”.