Blitz quotidiano
powered by aruba

Subaskaran Allirajah dona un milione ai conservatori di Cameron e in Sri Lanka piovvero aiuti

COLOMBO – Oltre un milione di sterline quale donazione al partito conservatore inglese da un uomo d’affari dello Sri Lanka e da quel momento, sono significativamente aumentati gli aiuti esteri al Paese, rivela il Daily Mail.

David Cameron, lo scorso novembre, annunciò che 6,6 milioni di sterline erano stati stanziati per lo Sri Lanka, compreso l’aiuto ai tamil costretti a lasciare le loro case durante la guerra civile. L’anno prima dell’annuncio, il partito conservatore aveva registrato donazioni per più di 1 milione di sterline dall’imprenditore tamil Subaskaran Allirajah e la sua discussa società di telecomunicazioni Lycamobile.

E ora, scrive il Daily Mail, ci si chiede cosa sia accaduto al denaro, convogliato nella zona nord dello Sri Lanka, dove è cresciuto Allirajah.

Allirajah, 44 anni, è il fondatore e presidente di Lycamobile, operatore di telefonia mobile virtuale che vende carte telefoniche pre-pagate. Cresciuto a Mullaitivu, una zona Tamil nel nord dello Sri Lanka ha un patrimonio personale di 160 milioni di sterline e, sembra sia la 64O° persona tra le più ricche in Gran Bretagna. Le rivelazioni arrivano dopo che l’azienda di Allirajah ha affrontato dei controlli per frode fiscale e riciclaggio di denaro.

Il Regno Unito, nel 2009, alla fine della guerra civile cessò di dare aiuti per le emergenze umanitarie allo Sri Lanka.
Ma, due anni più tardi, Lycamobile iniziò a fare donazioni al partito Tory e i fondi stanziati per affrontare l’instabilità internazionale, furono assegnati al Paese.

Nel 2011, il partito conservato ha riferito di donazioni da Lycamobile per 176.000 sterline, salite a 250.000 nel 2012. In quel periodo, l’aiuto totale del Regno Unito allo Sri Lanka è aumentato a 5,5 milioni di sterline, più di due terzi, con 1,3 milioni provenienti dal Conflict Pool. Nel 2013, gli aiuti totali per lo Sri Lanka furono di 10,2 milioni di sterline, quasi 3 milioni in più rispetto alla somma stanziata quell’anno per l’Iraq.

Nel novembre 2013, l’allora primo ministro David Cameron fu il primo leader straniero a visitare il nord dello Sri Lanka, da quando nel 1948 proclamò la sua indipendenza. Chiese al presidente, no Tamil, di istituire un’inchiesta indipendente sui presunti crimini di guerra contro il popolo tamil e promesso 2,1 milioni di sterline in due anni, per lo sminamento di tre distretti, tra cui Mullaitivu.

Nel marzo 2014, il ministro del Foreign Office, Hugo Swire, espresse la sua preoccupazione per gli arresti di due attivisti per i diritti umani in Sri Lanka, che avevano cercato di ottenere i rilascio di madre e figlia tamil. A soli 13 giorni di distanza, i Tories dalla Lycamobile ricevettero donazioni per £ 105.000, seguiti da altre £ 15.000 tre giorni dopo.

L’anno precedente, David Cameron annunciò i 6,6 milioni di sterline allo Sri Lanka e il partito conservato riferì di donazioni per 967.000 sterline da Lycamobile e una personale di 100.000 sterline da Allirajah.

A meno di due mesi prima delle elezioni generali 2015, David Cameron ha incontrato il presidente dello Sri Lanka Maithripala Sirisena, che promise di identificare i terreni per i Tamil. Sei giorni dopo, i Tories registrarono donazioni di £ 370.000 da Lycamobile.

Nel mese di marzo 2015, Allirajah a Mayfair, nel centro di Londra, partecipò al Ballo in “bianco e nero” Tory e donò 210.000 sterline al partito, per una statuetta in bronzo di Margaret Thatcher.

Quando i Tories, lo scorso novembre, dettero l’annuncio dei 6,6 milioni di sterline, affermarono che il denaro sarebbe stato dilazionato in tre anni, per la “riconciliazione, la riforma militare e per aiutare le persone costrette ad abbandonare città e villaggi durante la guerra civile”.

Il Daily Mail da più di un mese sta chiedendo al Foreign Office di rivelare quanto speso esattamente e dov’è andato a finire il denaro, ma un portavoce ha rifiutato di rispondere.

Lycamobile, dal 2011, al partito conservatore ha fatto donazioni per un totale di 2.209.712 milioni di sterline.
Nel 2016 la Lycamobile ha versato 569.300 sterline, anche se l’azienda ha dovuto affrontare un’indagine della polizia, dopo che a tre impiegati, a Londra, sono caduti gli zaini che aprendosi, hanno rivelato solo contanti.

In Francia, lo scorso giugno, 19 persone collegate a Lycamobile sono state arrestate con accuse di frode sull’IVA e riciclaggio di denaro di almeno 13,4 milioni di sterline.

Lycamobile ha negato pratiche finanziarie scorrette. L’azienda e Allirajah, che vive con la moglie a Chiwell, Essex, in un palazzo da 3 milioni di sterline, al proposito non hanno rilasciato commenti.

Un portavoce del partito conservatore ha affermato:”Tutte le donazioni al partito conservatore, sono state dichiarate in modo trasparente e corretto”.