Blitz quotidiano
powered by aruba

Talebani afghani eleggono leader il maestro del Mullah Omar

KABUL – Talebani afghani eleggono leader il maestro del Mullah Omar. I talebani afghani hanno per la prima volta confermato oggi (25 maggio) la morte del loro leader, Mullah Mansour, e annunciato che il suo successore è il Mawlavi Hebatullah Akhundzada, “eletto all’unanimità” durante una shura (Consiglio) dell’Emirato islamico dell’Afghanistan. Lo si apprende da un comunicato pubblicato nel loro sito Internet.

Nella loro dichiarazione i talebani hanno confermato anche che il Mullah Mansour è effettivamente morto a seguito del raid di un drone americano nella provincia del sud-ovest pachistano in Baluchistan. Come vice del nuovo leader, la Shura ha nominato Sirajuddin Haqqani, membro della temibile Rete Haqqani, ed il Mullah Yaqoub, figlio del defunto fondatore dell’Emirato islamico, Mullah Omar.

Il maestro del Mullah Omar. Originario della provincia afghana di Kandahar, il Mawlavi Hebatullah è conosciuto più per la sua attività religiosa che per quella militare. Scarseggiano le notizie sul suo conto.

Il “maestro” così chiamato dallo stesso mullah Omar, è un uomo tra i 45 ed i 50 anni. Molto rispettato, dovrebbe essere originario di Kandahar, appartenente alla tribù Noorzai, tra le più potenti della leadership talebana. Più leader religioso che comandante militare, è ritenuto l’autore delle principali fatwa dei talebani. I suoi studi hanno fornito la giustificazione religiosa per le operazioni militari e terroristiche del gruppo. Dovrebbe aver trascorso la sua vita in Afghanistan, mantenendo stretti legami con la Shura nella città pakistana di Quetta. (Il Giornale)

Kamikaze a Kabul: 10 morti. Almeno dieci persone sono morte ed altre quattro sono rimaste ferite oggi a Kabul quando un kamikaze si è schiantato con l’auto su cui viaggiava contro un autobus che trasportava personale della Corte d’Appello della provincia di Maidan Wardak. Lo riferisce il portale di notizie Khaama Press. Najib Danish, portavoce del ministero dell’Interno, ha precisato che l’attacco è avvenuto nel 5/o distretto di polizia della capitale e che per il momento non è stato rivendicato. Giorni fa i talebani avevano promesso di vendicarsi contro la magistratura afghana per la decisione del governo di impiccare sei suoi militanti.