Politica Mondo

Trump: “Meno fondi federali a città e Stati che ospitano clandestini”

Donald Trump (foto Ansa)

Donald Trump (foto Ansa)

WASHINGTON – Gli Stati e le amministrazioni locali che continueranno a difendere gli immigrati clandestini violando le leggi sull’immigrazione potranno vedersi trattenere o cancellare una parte dei fondi federali da parte del Dipartimento di Giustizia. Lo ha annunciato il procuratore generale Jeff Sessions: “Non espellere stranieri privi di permesso condannati penalmente mette l’intera comunità a rischio”.

“Non espellere stranieri privi di permesso condannati penalmente mette l’intera comunità a rischio – ha aggiunto Sessions durante un briefing alla Casa Bianca -, soprattutto le comunità di immigrati in quelle giurisdizioni-santuario che cercano di proteggere gli autori” dei reati. Tra queste ci sono San Francisco, Los Angeles, New York, Chicago ma anche lo Stato della California e, citato espressamente dallo stesso Sessions, il Maryland.

Il Dipartimento di Giustizia, ha ulteriormente chiarito il procuratore generale, potrebbe ritirare, e potenzialmente reclamare indietro, i fondi assegnati agli Stati, alle città e alle amministrazioni locali che non si allineeranno alla disposizioni delle leggi federali in tema di immigrazione. Per l’attuale anno fiscale, il Dipartimento distribuirà fondi per oltre 4,1 miliardi di dollari, ha concluso Sessions.

To Top