Politica Mondo

Usa. In forte aumento le milizie armate antigovernative che odiano Obama

Miliziani si esercitano a sparare

WASHINGTON, STATI UNITI – Crescita esplosiva e senza precedenti negli Stati Uniti del numero delle milizie armate razziste e antigovernative, che ora nel mirino, oltre al nemico di sempre, il governo federale di Washington, hanno anche e soprattutto il primo presidente nero della storia del Paese.

Dall’elezione alla Casa Bianca di Barack Obama nel 2008, i gruppi per la supremazia della razza bianca, le associazioni cosiddette ”patriottiche” che insegnano tra l’altro ai loro adepti a non pagare le tasse, le coalizioni paramilitari tenute insieme da nebulose teorie cospirazioniste sono aumentate di un vertiginoso 755%.

Da 149 che erano nel 2008 i gruppi sono diventi 824 nel 2010 e 1.274 oggi. A rivelarlo e’ il rapporto annuale della organizzazione per i diritti civili Southern Poverty Law Center, che osserva come sia stata proprio la elezione di Obama a far scattare “una crescita scioccante di questi gruppi”. “E la verita’ e’ che queste milizie diventano ogni giorno piu’ allarmate per la tangibile possibilita’ di un secondo mandato del presidente di colore – ha detto Mark Potok, direttore del rapporto – e la loro rabbia sta crescendo”.

San raffaele

Curiosamente, dopo essere emerse con violenza negli anni ’90, le milizie americane erano scese di adepti nei due mandati di George W. Bush, per poi esplodere appunto negli ultimi anni. A gettare ombre ancora piu’ oscure sul quadro della composita marea di presenze estremiste nei vari stati dell’Unione e’ il dato sui gruppi ”dell’odio”, analizzato separatamente dall’ indagine: questi gruppi – che comprendono associazioni anti-g*y, anti-musulmani, anti-semitiche e altre – sono anch’essi quasi raddoppiati: da circa 600 nel 2000 a piu’ di 1.000 nel 2011.

Nonostante la maggior parte degli aderenti alle milizie non siano criminali, a preoccupare in particolare le autorita’ sono i gruppi ”patriottici di cittadini sovrani”, che credono di non dover obbedire ad alcuna legge e hanno annunciato in diverse occasioni di voler attaccare in particolare le forze di polizia.

“Alcune di queste organizzazioni sfociano in estremismo violento – ha detto Frank Harrill, agente speciale dell’Fbi di Spokane, nello stato di Washington – ed il nostro interesse e’ tenere sotto controllo i gruppi che combinano odio, violenza e ignoranza”. Ed LeStage, 59 anni, da 20 membro del 63.mo battaglione della Lightfoot Militia, impegnato nel distribuire video di addestramenti paramilitari ai suoi seguaci, ha di recente detto: ”Se Obama verra’ rieletto perderemo la nostra repubblica e probabilmente diventeremo un altro Paese socialista”.

To Top