Blitz quotidiano
powered by aruba

Furbetti Tutor, contromano per evitare multe

FERRARA – Correvano come pazzi sulle strade. E al momento di passare al controllo del sistema Tutor, per evitare una multa inevitabile, facevano una manovra che è poco definire pericolosa: inversione di marcia e passaggio contromano per non essere segnalati. Protagonisti della follia nelle strade della zona di Ferrara ben 13 automobilisti che sono stati identificati e multati dalla polizia locale. La vicenda la spiega nei dettagli il quotidiano La Nuova Ferrara:

Sembrano più furbi degli altri perché evitano il rilevamento dei tutor con una manovra altamente pericolosa, percorrendo la strada nell’opposta corsia di marcia per evitare la rilevazione del controllo di velocità. Ma questa volta tale furbizia effimera e malsana è costata loro una bella stangata in termini di contravvenzione e decuratazione di punti. Ma è soprattutto un monito agli automobilisti malintenzionati a non continuare con il malcostume di aggirare il tutor.

Lungo le strade provinciali nelle quali sono stati installati i tutor, sono stati rinforzati i servizi di controllo anche notturni, per sanzionare comportamenti pericolosi alla guida. Li sta svolgendo la Polizia provinciale, soprattutto, per controllare invasioni della corsia opposta di marcia, ossia l’espediente usato per non incorrere nell’occhio del tutor. Controlli che nelle ultime tre settimane hanno prodotto 24 verbali, con un introito per la Provincia di 1.710 euro e la perdita di 26 punti dalla patente. Tra questi, tredici verbali sono stati emessi per contestare proprio il superamento della linea continua, che oltre alla sanzione comporta la perdita di due punti sulla patente. E da qui il deterrente per chi vuole fare il furbo mettendo in questo modo a repentaglio, oltre alla propria, anche la vita degli altri.

«Continueremo a perseguire – precisa il comandante della Polizia provinciale, Claudio Castagnoli – coloro che, per esempio, per non rispettare i limiti di velocità invadono la corsia opposta di percorrenza, rendendo molto pericolosa la condotta di guida, specie durante le ore notturne e ringrazio coloro che, inviando lettere alla stampa locale, hanno segnalato il problema».