Rassegna Stampa

“La Juve è una bomba”. Fatto Quotidiano: “Totò Riina dietro nuove stragi?”

totò riina sul fatto quotidiano

L’articolo del Fatto Quotidiano

ROMA – “La Juve è una bomba”. Lo dice Totò Riina. Questo è uno dei passaggi più enigmatico di uno dei tanti colloqui videoregistrati dalle forze dell’ordine, intercorsi tra l’ex boss ed i suoi congiunti. Potrebbe trattarsi d’un messaggio in codice, rivolto all’esterno.

Il Fatto Quotidiano di mercoledì 9 ottobre, pubblica gli esiti di un’indagine dell’Antimafia, all’interno dei quali sono presenti alcuni presunti messaggi in codice inviati da Riina.

2x1000 PD

“A partire da una informazione nuova, l’alleanza strategica di Riina con i capi della Sacra Corona Unita, finalizzata a nuovi attentati terroristici. Secondo quando rivela il Corvo, il boss avrebbe approfittato dei recenti colloqui con i familiari per far filtrare all’esterno il via alla nuova strategia di morte contro i magistrati”. E la segnalazione, a quanto pare, sarebbe stata interpretata in maniera assai seria e minuziosa dagli inquirenti.

Dopo aver esaminato minuziosamente tutti i colloqui videoregistrati negli ultimi mesi tra Riina e i suoi congiunti i pm di Caltanissetta hanno isolato segmenti di conversazione definiti ‘anomali’, nei quali Riina utilizzando metafore calcistiche sembra parlare in codice. “La Juve è una bomba”, dice il boss al figlio, una frase giudicata fuori contesto e ‘strana’, dal momento che – si sa – il padrino è tifoso del Milan. In un altro colloquio il Capo dei Capi mette in guardia: ‘State attenti’ e un’altra volta esorta: ‘Difendetevi’. E’ a questo punto che i pm scoprono che nel carcere dove Riina è recluso dal 2003, tutti i soggetti messi ultimamente in socialità con lui sono appartenenti alla Sacra Corona Unita”.

E la segnalazione sarebbe stata presa molto sul serio. Dopo aver esaminato minuziosamente tutti i colloqui videoregistrati negli ultimi mesi tra Riina e i suoi congiunti, i pm di Caltanissetta hanno isolato segmenti di conversazione definiti “anomali”, nei quali Riina utilizzando metafore calcistiche sembra parlare in codice. “La Juve è una bomba”, dice il boss al figlio, una frase giudicata fuori contesto e “strana”, dal momento che – si sa – il padrino è tifoso del Milan. In un altro colloquio il Capo dei Capi mette in guardia: “State attenti” e un’altra volta esorta: “Difendetevi” (…)

2 Comments

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

To Top