Rassegna Stampa

Luca Risso lascia Ruby (che ribussa a Berlusconi) per Sara Suarez dal Messico

Luca Risso lascia Ruby (che torna da Berlusconi) per Sara Suarez, truffatrice più famosa del Messico

L’articolo di Gianni Barbacetto sul Fatto Quotidiano

MILANO – Strano destino quello di Luca Risso, il pr genovese che si era fidanzato con “Ruby”-Karima El Mahroug ed era partito con la “nipote di Mubarak” in Messico per un buon esilio coi soldi di Silvio Berlusconi. Ma Risso ha poi lasciato la donna al centro dello scandalo e del processo che ha messo nei guai Berlusconi perché si era innamorato di Anna, brunetta messicana.

Peccato che Anna non si chiamava Anna ma Sara Ivette Solórzano Suarez, accusata di una maxi truffa ai danni della lotteria messicana e latitante per due anni. Così Risso è passato dalle prime pagine dei giornali italiani a quelle dei quotidiani messicani. Racconta Gianni Barbacetto sul Fatto Quotidiano:

San raffaele

“Una stangata degna di Hollywood”, hanno titolato i giornali messicani. Prima Ruby, ora Sara: due ragazze molto diverse tra loro, ma entrambe belle, spregiudicate, non indifferenti al denaro.

All’inizio di tutto è il sole di Playa del Carmen. Insieme ai soldi di Silvio Berlusconi, avrebbe dovuto scaldare la nuova vita di Karima El Mahroug, in arte Ruby: calati i clamori mediatici e chiusi i due processi sulle “cene eleganti” di Arcore, la ragazza si era trasferita in Messico, con la figlia Sofia e Luca Risso, che aveva lasciato le sue discoteche genovesi. Il proposito era quello di lasciarsi alle spalle il passato. Basta con la vita precedente, fatta di serate, comunità protette, feste a villa San Martino, indagini, processi, polemiche. In Messico, Ruby e Luca hanno avviato un’attività economica che ruota attorno al ristorante e al pastificio “Casa Sofia”, con annesso alberghetto. Ma il sogno messicano dura poco: s’infrange a causa di Anna, una bella ragazza mora che entra nella vita di Luca. Quando Ruby lo scopre, rompe con il compagno e torna in Italia. È l’aprile 2014.

A dicembre, Karima torna a bussare alla porta di Arcore, accompagnata dall’amica Fausta Viglialoro, a caccia di finanziamenti per nuove attività in Italia, come scopre l’indagine Ruby 3 per falsa testimonianza e corruzione in atti giudiziari in cui sono indagati sia Karima, sia Luca. Intanto, in Messico, Risso vive la sua ultima avventura. Anna una sera non torna a casa. Luca la cerca e scopre, in una volta sola, che non si chiama Anna e che è stata arrestata. Il vero nome della sua nuova fiamma è Sara: Sara Ivette Solórzano Suárez. Viene ammanettata il 17 luglio 2014 all’aeroporto di Cancun, con l’accusa di aver partecipato alla più grande frode messicana degli ultimi anni: 110 milioni di pesos, pari a circa 7 milioni di euro, truffati alla lotteria nazionale Melate.

La vicenda è del 22 gennaio 2012: quel giorno viene trasmessa in tv l’estrazione dei numeri della lotteria. È il sorteggio numero 2.518. Peccato però che sia una registrazione: l’estrazione è avvenuta qualche ora prima, per dar tempo a un gruppo ben organizzato di procurarsi sei dei biglietti vincenti. Tra il 13 febbraio e il 6 marzo successivi, alcune persone del gruppo presentano i tagliandi “fortunati” e incassano 110 milioni di pesos, dei 160 messi in palio dal concorso. I controlli successivi scoprono qualche irregolarità. Scende allora in campo la Seido, la procura speciale per le investigazioni sulla delinquenza organizzata, che avvia un’indagine e scopre che a pianificare la “stangata” milionaria erano stati alcuni funzionari dell’ente pubblico messicano delle lotterie, il Pap (Pronosticos para la Asistencia Publica), insieme agli uomini di un’azienda privata, la Just Marketing.

Quattro funzionari del Pap vengono arrestati sei mesi dopo il colpo, nel luglio 2012, ma non vengono presi invece i loro presunti complici della Just Marketing. Tra questi, Jessica Blumenkron Suarez e la sua sorellastra Sara Ivette Solórzano Suárez, che scompaiono. Sara è la ragazza che il 28 febbraio 2012 si presenta a incassare un premio di oltre 11 milioni di pesos. Gli investigatori sospettano che le due siano scappate a Cuba o negli Stati Uniti. Sulla vicenda cala il silenzio. Ma il 17 luglio 2014, Sara viene scoperta e arrestata a Cancun. Non era all’estero, viveva invece a Playa del Carmen e aveva avviato una relazione con Luca Risso, a cui aveva detto di chiamarsi Anna. Per il genovese ex fidanzato di Ruby è un destino, quello di finire in storie clamorose. Per quella messicana non è indagato, anzi è stato forse ingannato da Sara, che gli ha mentito anche sulla sua identità. Per la vicenda italiana, invece, è sotto indagine con Ruby. I pm Tiziana Siciliano e Luca Gaglio procedono nei confronti di 45 persone ipotizzando che abbiano mentito nei due processi Ruby 1 e Ruby 2, in cambio di denaro. In parte finito in Messico e restato, dopo la rottura con Karima, nelle mani di Risso”.

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

To Top