Rassegna Stampa

Milano, Atm premia buona fede: dimentichi abbonamento? Come evitare la multa

Milano, Atm premia buona fede: dimentichi abbonamento? Come evitare la multa

Milano, Atm premia buona fede: dimentichi abbonamento? Come evitare la multa

MILANO – Cosa accade quanto un utente di un servizio di trasporti pubblici dimentica il suo abbonamento? La risposta è: viene multato, anche se solo per 15 euro. Le regole infatti prevedono che la non presentazione della tessera comporti una sanzione per l’utente smemorato.

Dopo la denuncia di un passeggero, amareggiato per la richiesta di 15 euro di spese amministrative per aver dimenticato l’abbonamento a casa, ecco che almeno l’Atm di Milano cambia il suo regolamento: se l’utente distratto presenta la tessera entro le 12 del giorno dopo non paga nulla.

Arrigo Giana scrive sul Corriere della Sera, che fin dalla denuncia del passeggero si era occupato e fatto portavoce del caso, che l’azienda di trasporto locale di Milano ha dato ragione all’utente deluso Franco Navone, la cui lettera era stata pubblicata il 23 luglio nella rubrica «Noi cittadini» di Giangiacomo Schiavi:

“Caro Schiavi, lei invita l’Azienda a dotare i propri funzionari di strumenti di interpretazione caso per caso. Ma come si fa? Dovremmo essere in grado di comprendere se la persona che abbiamo di fronte dice il vero quando afferma di aver dimenticato l’abbonamento. Noi, in questo caso, diamo il beneficio del dubbio e facciamo un po’ i San Tommaso, dicendo «sì, ti credo, ma me lo devi dimostrare». Così, entro cinque giorni (come prevede la normativa) ci si deve recare all’Atm Point ed esibire l’abbonamento.

Il signor Navone è stato particolarmente scrupoloso e solo dopo due ore era già all’Atm Point con la tessera in mano, sperando di non dover pagare nulla. Ci sono, però, precise procedure e anch’esse devono essere rispettate e quindi bene si è comportato l’addetto dell’Atm Point facendo pagare i 15 euro di spese amministrative previsti proprio dalle procedure. Ci siamo posti però il tema: perché penalizzare chi in buona fede ha avuto una dimenticanza e può prontamente dimostrare di essere un cittadino onesto e perbene? Le regole sono rispettate se sono percepite come giuste.

Quindi, abbiamo modificato le procedure interne in modo che l’istruttoria sulla multa rimanga «congelata» fino alla mattinata della giornata successiva senza generare costi amministrativi per l’Azienda. D’ora in poi, in casi analoghi, se ci si presenta entro le 12 del giorno dopo, dimostrando la propria buona fede, non si dovrà pagare nulla. Mi preme sottolineare però che al contempo il nostro impegno nella lotta all’evasione sarà sempre maggiore. Dal primo agosto chiuderemo altri tornelli in uscita nella metropolitana e da settembre potenzieremo con nuove assunzioni le squadre che si occupano di controlli e di security. Continueremo a non «dare tregua» a chi non rispetta le regole. Concludo ribadendo ancora che il personale di controllo Atm in questa situazione si è comportato in maniera assolutamente corretta e mi permetta in questa sede di ringraziare tutti coloro che ogni giorno si impegnano nello svolgimento di un compito così importante e delicato”.

To Top