Rassegna Stampa

Pasquale Fulginiti, da dirigente a spazzino. Lo licenziano poi lo reintegrano ma…

Pasquale Fulginiti, da dirigente a spazzino. Lo licenziano poi lo reintegrano ma...

Pasquale Fulginiti, da dirigente a spazzino. Lo licenziano poi lo reintegrano ma…

LEGNANO – Da dirigente a spazzino: è la parabola di Pasquale Fulginiti, 50 anni, ex capocantiere in una ditta di Bareggio (Milano) costretto a subire un demansionamento di ben tre gradi di livello. Prima lo hanno licenziato poi riammesso con sentenza di reintegro del giudice del lavoro. Ma ruolo e mansioni non era più quelle di una volta, seppure a parità di stipendio.

Il quotidiano Il Giorno ha ripercorso l’incredibile trafila giudiziaria dell’uomo, tuttora in causa con la francese Derichebourg San Germano, multinazionale del settore igiene ambientale.

La vicenda ha inizio nel maggio 2016, quando la San Germano subentra con un appalto nella gestione del centro rifiuti che si trova fra Buccinasco e Cesano Boscone alla «Area Sud Milano». Tutti i dipendenti in pratica passano alla San Germano, tranne un paio. Quello che accade invece a Fulginiti fa storia a sé. «Mi viene comunicato che il mio posto di capocantiere non c’è più – racconta, con il volto segnato di chi da due anni sta vivendo un incubo – Io, che fino a quel momento avevo solo pensato al lavoro, che non mi ero mai assentato per malattia o altro, mi sono ritrovato a casa». Fulginiti si rivolge a un avvocato. A gennaio di quest’anno vince la causa: il giudice dispone il reintegro. L’azienda prende però tempo. Solo ad aprile sarà riammesso. E qui arriva il primo colpo di scena: riammesso sì, ma a fare in pratica lo spazzino.

Per giunta nei Comuni del Pavese e del Lodigiano. Bettinelli fa allora partire un’altra causa, per chiedere la ricollocazione a un ruolo dirigenziale. Il giudice Martello dà loro soddisfazione. Siamo ormai a luglio. Un mese dopo, quel disposto rimane lettera morta. Anzi, l’azienda ha presentato un ricorso al quale Bettinelli farà opposizione. Sarà esaminata il prossimo 29 settembre. Intanto, Pasquale continua ad alzarsi tutte le mattine alle 4 per andare a pulire le strade nel Lodigiano. Dopo avere trascorso un’altra notte insonne.

To Top