Blitz quotidiano
powered by aruba

Roma, entra ubriaco nel bar: il gestore lo accoltella

ROMA – Gli ha sferrato una coltellata alla gola perché ubriaco era entrato nel suo bar e con fare molesto aveva acceso una lite. E’ quanto accaduto venerdì notte a Roma in via della Circonvallazione Ostiense, 183. In manette è finito un cinese di 41 anni, proprietario del bar. Mentre la vittima, un pregiudicato di 51 anni, è stato portato all’ospedale.

Riporta Il Messaggero:

La vittima è stata trasportata dal 118 all’ospedale San Giovanni, dove è stato sottoposto a un intervento chirurgico. L’uomo è tuttora ricoverato in prognosi riservata ma non sarebbe in pericolo di vita. Secondo le prime ricostruzioni, il cinese avrebbe avuto un diverbio con il 51enne, che era ubriaco, all’esterno del locale. Poi, per cause ancora da chiarire, avrebbe preso un coltello, forse nel bar, e ha ferito l’italiano.

Una pattuglia dei carabinieri della stazione Garbatella, che passava da lì in quel momento, ha notato la scena ed è intervenuta immediatamente sul posto, chiamando i soccorsi. Il cinese è stato arrestato per tentato omicidio e portato a Regina Coeli. L’arma è stata sequestrata. Sono in corso indagini.

A quanto ricostruito non era la prima volta che il pregiudicato, disoccupato, infastidiva il titolare del bar entrando all’interno con fare minaccioso. Venerdì notte, ubriaco, durante un diverbio gli avrebbe tirato una sedia mentre era alla cassa. A quel punto il cinese lo ha rincorso con un coltello e lo ha ferito in strada. Poi ha cercato di nascondere la lama ma è stato fermato dai militari.