Rassegna Stampa

Roma, piano Raggi per i rom: bonus affitto e aiuti per le bollette

Roma, piano Raggi per i rom: bonus affitto e aiuti per le bollette

Roma, piano Raggi per i rom: bonus affitto e aiuti per le bollette (Foto Ansa)

ROMA – Linea morbida del Comune di Roma con i rom: bonus affitto e aiuti per le bollette e le spese di condominio. Sono alcune delle misure che, secondo quanto riferisce Il Messaggero, il Campidoglio avrebbe messo a punto per favorire l’inclusioni di rom e sinti. 

Il documento, che prevede la regolarizzazione dei riciclatori di metallo, la individuazione di spazi per i mercatini dell’artigianato, e un bonus affitto da 10mila euro a famiglia, è stato approvato dalla giunta Raggi a fine maggio e pubblicato il 6 giugno sul sito del Comune.

Tra le altre cose, spiega il Messaggero, 

contempla misure economiche una tantum per sostenere l’avvio di piccole realtà imprenditoriali. Tetto massimo del contributo è fissato in 5mila euro per singolo individuo o nucleo familiare nomade che aderisca al progetto di uscita dai campi e di inclusione sociale che ispira tutto il piano. Poi vengono specificate quali attività possono rientrare in un percorso di legalizzazione, a mo’ di sanatoria.

Il piano prevede di regolarizzare i riciclatori di metallo di intesa con Ama, la municipalizzata romana dei rifiuti. Prosegue il quotidiano romano:

Previsto il sostegno alla creazione di microimprese di riciclatori, «anche a carattere cooperativistico», che includano anche i riciclatori non provenienti dai campi della Capitale. Con le stesse prescrizioni, a partire dalla collaborazione con l’Ama, è previsto anche «l’accompagnamento nella messa a norma dell’attività di riciclaggio dei rifiuti». Un’occupazione che deve essere considerata «ad esaurimento», ossia che sia riservata esclusivamente agli adulti che non possono essere assorbiti all’interno del mercato del lavoro.

(…) Si passa poi all’individuazione «di spazi da destinare ai mercatini dell’artigianato». Mercatini, come raccontano le cronache, spesso abusivi, spesso ricettacolo di materiale proveniente da furti e rovistaggio nei cassonetti. Ecco perché il Campidoglio nel piano specifica che dalle bancarelle sono escluse «merci di seconda mano».

Il piano sostiene che

“non avranno comunque un carattere etnicizzante ma punteranno al coinvolgimento di tutte quelle realtà che si occupano di artigianato e riuso già esistenti e operative in maniera saltuaria nei mercati autorizzati”.

Tra gli aiuti economici di cui potranno godere i rom romani ci sono contributi per l’affitto fino a 800 euro al mese per non più di due anni.

 

To Top