Blitz quotidiano
powered by aruba

Alle forze dell’ordine 80 euro in busta solo nel 2016

Il beneficio però sarà in vigore solo per il 2016, naturalmente sempre nell’ipotesi che ci sia il via libera dell’Unione europea a usare queste risorse.

ROMA – Gli 80 euro per le forze dell’ordine valgono solo per il 2016. Ai lavoratori della sicurezza (Polizia, Vigili del fuoco e Forze armate, escluse le Capitanerie di porto) andranno gli 80 euro al mese promessi, che non avranno la forma del credito d’imposta ma dell’erogazione diretta in busta paga, per un totale di 960 euro su 12 mesi.

Il beneficio però sarà in vigore solo per il 2016, naturalmente sempre nell’ipotesi che ci sia il via libera dell’Unione europea a usare queste risorse.

Come scrive Luca Cifoni sul Messaggero di Roma,

per questo non piace ai sindacati del settore, che immediatamente dopo aver visionato il testo hanno fatto conoscere la propria insoddisfazione. Siulp, Siap-Anfp, Silp Cgil, Ugl polizia e Uil polizia chiedono direttamente a Renzi di intervenire per rendere strutturale la misura e per sbloccare i rinnovi contrattuali. In caso contrario, spiegano, “si costringeranno donne e uomini in uniforme a protestare per la difesa dei propri diritti e per la sicurezza dei cittadini”.

Sempre sul fronte della sicurezza

sono previsti stanziamenti di 50 milioni per la strumentazione delle forze dell’ordine, di 150 per la cosiddetta cyber security, 250 per gli investimenti della difesa, 18 per le assunzioni. Una particolare forma di sicurezza a cui sono destinati 15 milioni sotto forma di credito d’imposta è quello dei cittadini che si sentono minacciati nella propria abitazione e decidono di installare sistemi di videosorveglianza o stipulano contratti con istituti di vigilanza.