Blitz quotidiano
powered by aruba

Vincenzo De Luca, processo appello per termovalorizzatore

Via al processo d'appello per Vincenzo De Luca, condannato in primo grado per il termovalorizzatore, reato per il quale è scatta la legge Severino.

SALERNO – Inizia il processo d’appello a carico di Vincenzo De Luca, il governatore della Campania che fu condannato in primo grado per la vicenda del termovalorizzatore, reato per il quale è scatta l’applicazione della legge Severino.

L’articolo de La città di Salerno:

Inizia oggi in Corte d’appello il processo a carico del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, dell’ingegnere Domenico Barletta e del dirigente comunale Alberto Di Lorenzo, condannati in primo grado per abuso di ufficio, reato in base al quale è scattata l’applicazione della legge Severino, che prevede la sospensione dall’incarico di pubblico amministratore per 18 mesi di Vincenzo De Luca. Sospensione a sua vollta sospesa dal Tribunale di Napoli, a cui si era rivolto il governatore, che ha inviato gli atti alla Corte costituzionale.

L’abuso di ufficio si riferisce ai tempi in cui De Luca, in qualità di sindaco di Salerno, fu nominato commissario di governo per la costruzione di un termovalorizzatore per i rifiuti. De Luca nominò project manager Alberto Di Lorenzo, incarico non previsto dalla legge. Per quella nomina, oltre ai due interessati, è stato condannato in primo grado pure il responsabile del procedimento, l’ingegnere del Comune di Salerno Domenico Barletta.

Il processo d’appello inizia oggi con la relazione che riassume il procedimento di primo grado; poi la prossima settimana, il 15 gennaio, sono previste le dichiarazioni spontanee di De Luca e di Di Lorenzi.


PER SAPERNE DI PIU'